Lavoro

Come scrivere un Curriculum Vitae diverso dalla massa. Consigli per un CV efficace

come scrivere un curriculum

Come scrivere un Curriculum Vitae diverso dalla massa? E’ la domanda sulla quale ci vogliamo concentrare oggi attraverso questo articolo. Un CV diverso dalla massa, che venga apprezzato, letto o guardato interamente e non schivato dalle risorse umane di turno a causa della moltitudine di curriculum ricevuti. Tutto questo al fine di avere più possibilità nell’essere selezionati per qualsiasi tipo di lavoro.

Nella nostra esperienza sono passati tantissimi CV. La maggior parte ricevuti. Bene, il miglior modo per rendersi conto dell’ottimizzazione del proprio CV è quello di mettersi nei panni di chi lo andrà a leggere e dovrà decidervi se darvi un’opportunità o meno.

La domanda che dovete chiedervi dopo averlo scritto è: “ma se io ricevessi un curriculum del genere cosa penserei?”. Questo è il primo passo mentale da fare, l’impostazione da avere come approccio affinché le cose migliorino. Tra qualche riga, arriveranno i consigli tecnici, non preoccupatevi, sia per quanto riguarda come scrivere un curriculum tradizionale, sia per come farlo attraverso LinkedIn.



Bene, partiamo col spiegare un dubbio che tantissimi giovani hanno al prima approccio con il lavoro: come posso scrivere il mio curriculum se sono senza esperienza? Cosa ci metto dentro? Non ho fatto nulla fino ad ora… calma, nel prossimo paragrafo vi spiegheremo come muovervi al meglio.

Come scrivere Curriculum senza esperienza

Cosa posso scrivere nella sezione esperienze del mio primo curriculum se non ho mai lavorato fino ad ora? Niente panico, anche il tuo futuro capo si è probabilmente trovato in una situazione simile e in qualche modo la sua carriera è partita.

Devi sapere che quasi sicuramente la tua primissima esperienza lavorativa non durerà tutta la vita. Quindi il tuo curriculum all’inizio può tranquillamente essere spoglio. Al di là dei vari accorgimenti tecnici nella stesura del curriculum e sezioni specifiche che andremo ad affrontare nei paragrafi successivi, vogliamo darti dei consigli in merito a cosa inserire nel sezioni centrali come formazione e esperienza.

Partiamo da qui

Se sei all’inizio, presupponendo che tu abbia fatto degli studi (dal diploma in sù) è bene inserirli nell’apposita sezione “Formazione“. Qualora tu abbia ottenuto voti più alti della media è consigliabile inserirli all’interno. Qualora ti sia laureato, oltre al voto finale da aggiungere (se particolarmente buono) è opportuno aggiungere il titolo della tua Tesi.

In pratica, più che essere propriamente un Curriculum Vitae diventa un Curriculum Studente, di cui approfondiremo nei paragrafi successivi.

Al contrario qualora tu abbia completato diversi studi, qualora i voti finali non siano stati, per così dire oltre la media, ti consigliamo di non aggiungerli.

Da questo punto in poi passiamo alla sezione “Esperienze Lavorative” anche se sei senza esperienza. Chi è senza esperienza di solito? Ovviamente gli studenti appena diplomati o laureati. Devi sapere che il curriculum è come se fosse un’autocertificazione (come quella del coronavirus) di te stesso e un volantino di vendita delle proprie competenze.



Può essere assolutamente modificato a seconda del tipo di lavoro per cui ti stai candidando. Se non hai esperienze lavorative da rivendicare già in quell’ambito per cui ti stai proponendo, puoi trovare delle soluzioni raccontando il perché potresti essere adatto a quel ruolo, a seconda di esperienze personali.

Esempio che devi assolutamente leggere

Cerchiamo di rendere quest’ultimo passaggio più pratico attraverso dei giusti esempi. Facciamo finta che tu abbia in mente di candidarti come gestore di pagine social di un’agenzia di marketing che abbia necessità di trovare una figura per quel ruolo appunto. Tu non hai mai gestito pagine social di altre aziende, hai solo il tuo profilo personale e una piccola pagina di meme sul calcio. Tra le tue effettive esperienze lavorative hai: 6 mesi di bagnino, 3 mesi di animatore all’oratorio, un po’ di volontariato e qualche decina di ore di ripetizioni ai più piccoli.

Bene, questo è il quadro generale e prima di continuare a leggere ti consigliamo di provare a fare questa sfida: mettiti alla prova scrivendo su un pezzettino di carta cosa faresti in questa situazione, quali esperienze riporteresti sul tuo curriculum da consegnare all’agenzia di marketing e come motiveresti la tua propensione ed efficacia nel ruolo che vuoi occupare?

Questo è un giochino, o meglio un esercizio utile che ti consigliamo di fare anche tra i tuoi amici. Il curriculum non è qualcosa di standard a tutti i costi. Dove sta scritto che nel curriculum non si possa essere ironici, fare battute, raccontare esperienze divertenti, formativi, raccontare alcuni lati del proprio carattere vincenti. Soprattuto se sei all’inizio e i primi lavori non sono per forza in grosse aziende multinazionali, questi ultimi consigli potrebbero aiutarti a “differenziarti dalla concorrenza”, quindi farti percepire come più intraprendente e sveglio di altri ragazzi in un determinato ruolo.

Hai capito il senso di tutto questo?

Ma tornando a noi. Come scrivere Curriculum senza esperienza adeguata a quel ruolo? Nei limiti delle possibilità, cosa faresti se fossi il ragazzo descritto poche righe fa alle prese con un’agenzia di marketing? Ovviamente converrebbe puntare sui propri profili social. Nel Curriculum potrebbe presentare dei dati di crescita dei profili, potrebbe trascrivere le sue strategie di crescita social, potrebbe mostrare esteticamente i profili controllati da lui, i numeri reali delle interazioni… insomma potrebbe fare focus su quell’ambito in modo completo, dimostrando la sua attitudine in quel ruolo e le sue competenze di base. Converrete anche voi con noi che scrivere a proposito dell’esperienza di bagnino potrebbe non essere funzionale in questo specifico caso e anzi distrarre dalle competenze reali. Cosa ne pensate?



Spieghiamo invece nel prossimo paragrafo come creare un classico curriculum Word, che non passa mai di moda, ma si può rendere pur sempre originale con un po’ di intraprendenza.

curriculum su word

Come scrivere Curriculum su Word

Ok le informazioni che devo metterci dentro ma su dove lo scrivo? Sul tavolo? Su un foglio protocollo? Sulla maglietta bianca? Bè, scrivere il curriculum su una maglietta bianca non sarebbe in realtà così male, avrebbe un pizzico di genialità e originalità non da poco, forse per portare la tua candidatura a qualche azienda che si occupa di Arte e spettacolo… ad ogni modo è un’idea già utilizzata da qualcuno sicuramente, e puoi fare di meglio.

Ma quindi dove posso scriverlo il mio Curriculum? Noi vi consigliamo il classico “Word“, pulito, elegante, gestite gli spazi come volete e non passa mai di moda.

No Europass

Moltissime persone alle prime armi utilizzano anche Europass, un servizio che vi imposta in automatico il modello di curriculum e voi dovrete solamente inserire i dati. Noi non ve lo consigliamo in realtà, viene utilizzato da troppe persone e non viene visto di buon occhio da moltissime aziende reclutatrici.

Un po’ di fatica nello scrivere il proprio curriculum occorre farla e rende bene, sicuramente meglio di un’impostazione automatica, ve lo garantiamo (a meno che proprio non siate negati, e non sappiate utilizzare neanche Word).

Comunque, abbiamo detto quindi di utilizzare Word. Come nel concreto? Come si può impostare a livello visivo il documento? Solitamente i Curriculum con Word sono molto standard, immagine in alto a destra, dati sulla sinistra, formazione, esperienze (dall’alto verso il basso).

Se desideri dare un look ancora migliore dal punto di vista visivo, grafico potresti in alternativa utilizzare lo strumento Canva, sicuramente il più semplice e facile da utilizzare. Ricordati comunque di non esagerare essendo uno strumento “professionale”, concentrati sulle parole e la narrazione delle tue esperienze più che sugli orpelli grafici.



Ma ora, è il momento di scendere ancor più nei dettagli… nel prossimo paragrafo.

Come scrivere un Curriculum perfetto

Siamo finalmente arrivati al nocciolo della questione. Dal punto di vista tecnico questo è il paragrafo più importante. Qui vi diremo infatti in quali sezioni dividere operativamente il vostro CV una volta per tutte. Come scrivere un curriculum perfetto? Vediamo subito.

Il primo dubbio da risolvere riguardo a come scrivere un curriculum riguarda l’amletica decisione tra foto sì e foto no.

Una bella foto professionale è ottima! Il nostro consiglio è di porla in alto al centro o in alto a destra. Una semplice foto di voi con sfondo bianco può essere davvero funzionale. Non esagerate con i colori, mantenete sempre un topo professionale.

Bene, dopo la foto vi consigliamo di inserire i vostri dati personali. Quindi generalità, indirizzi, contatti  ecc.

Come seconda sezione vi consigliamo di parlare della vostra formazione, dal punto di vista accademico e non solo, qualsiasi tipo di corso inerente al lavoro per il quale vi state candidando può essere un quid in più da aggiungere.

Esperienza

Il passo successiva riguarda la sezione “Esperienza” (in questo caso si dà per scontato che voi ne abbiate. Come consigliato prima, se avete troppe esperienze diversificate e che non c’entrano nulla con il lavoro per il quale vi state andando a candidare, valutate la possibilità di parlarne meno o addirittura eliminarle.

Allegati alla sezione formazione e esperienza, non dimenticatevi delle certificazioni. Documenti importanti per supportare la veridicità dei vostri studi e competenze (almeno teoriche).

L’ultimo passo riguarda il Profilo (su di me), una sorta di paragrafo specifico che tratta te stesso come persona. Questo è secondo la nostra esperienza il punto più importante e su cui bisogna concentrarsi maggiormente. Prima ancora che lavoratori, noi tutti siamo persone e dimostrare la propria mentalità vincente, la propria integrità morale, la serietà e il carattere in queste poche righe potrà fare la differenza tra una chiamata e un rifiuto.



In questa parte avete una libertà particolare. Tutte le sezioni profilo sono importanti da integrare correttamente, fungono sostanzialmente da “lettera di accompagnamento” intera al CV. Un aspetto importante per differenziarsi dalla concorrenza, altri studenti o lavoratori come voi.

Piccolo consiglio: Ricordatevi di inserire tutti i vostri profili social se appropriati e si vi rappresentano correttamente.

foto curriculum

Cosa fa davvero la differenza nel tuo Curriculum e ti porta risultati

Anche operativamente vi abbiamo spiegato in breve come creare un curriculum vitae, come dividerlo in sezione e cosa riportare al suo interno per essere professionali e per distinguerti dalla massa. Ma ancora non basta… ci sarebbe un elemento davvero interessante che quasi nessuno fa, ma che porta risultati senza eguali. Si tratta dell’inserimento di una video-presentazione! Esatto, hai letto bene, se riesci ad allegare al curriculum un tuo video professionali in cui illustri chi sei, le tue esperienze e perché potresti essere adatto a quel ruolo avrai fatto Bingo!

La fruibilità di un video (che può essere anche un video YouTube condiviso in modalità privata, visualizzabile solo da chi vuoi tu) è decisamente migliore e più veloce della lettura dell’intero CV. Questo consiglio è applicabile a qualunque grado della tua carriera e sicuramente potrà mostrarti agli occhi dell’eventuale selezionatore come uno dei profili più interessanti, non ci credi? Provaci! (Ovviamente il contenuto del video dipenderà da te al 100%, cerca di impostarlo in maniera professionale e sii pronto a stupire).

Come abbiamo detto all’inizio, rimane fissa la regola dell’empatia. Cerca di metterti nei panni del tuo prossimo selezionatore o datore di lavoro. Se tu fossi il capo di te stesso e ricevessi il tuo materiale, o meglio il tuo video cosa ne penseresti?

Come scrivere un Curriculum efficace

Riassumendo i punti chiave, un curriculum efficace ha: una bella foto, un’impaginazione ordinata, una sezione “Profilo” curata e una video presentazione di te stesso. Questi i punti cardine per rendere finalmente il tuo curriculum riconoscibile tra tantissimi altri e adatto a lasciare il segno.

Poi a mano a mano che cambierai diversi lavori capirai sempre meglio certe dinamiche e diventerai sempre più esperto fino a guadagnare come un politico in Italia (forse 😅).

Come scrivere un curriculum studente

Come vi avevamo promesse qualche riga fa, volevamo spendere due parole su come scrivere un curriculum studente. Sostanzialmente si tratta di un curriculum basato sul proprio percorso di studi (limitatamente accademici in molti casi).

Qualsiasi tipo di esperienza formativa, di lavoro in team, di volontariato o di servizio per fini benefici è ben accetta insieme a tutto il percorso scolastico. Anche in questo caso ci sono diversi tool gratuiti online grazie ai quali poter ottenere in automatico il vostro cv studente. Noi continuiamo a consigliarvi la strade del documento Word, fatto con le proprie mani e spremendo le proprie meningi.



Vi ricordiamo che potete seguirci su Instagram: @nozama_lab. Inviateci pure un Direct con il vostro curriculum creato, saremo felici di visionarlo e darvi ulteriori consigli personalizzati.

Concludiamo con un piccolo paragrafo dedicato al “trovare lavoro con LinkedIn”.

Trovare Lavoro con LinkedIn

Dal “come scrivere un curriculum” a trovare lavoro con LinkedIn ci vuole un attimo. Il vostro profilo di LinkedIn è di per sé un mini curriculum nel quale definire e organizzare tutte le vostre esperienze. E’ spesso un social molto sottovalutato, eppure vi diciamo che in ambito lavorativo potrete ottenere ottimi risultati con alcuni piccoli accorgimenti.

Per trovare lavoro con LinkedIn vi consigliamo di effettuare connessioni con profili del vostro settore di appartenenza o realtà alle quali potreste lavorare o ricevere proposte. E in secondo luogo per farvi percepire come esperti o realmente competenti in determinate aree di attività di vostro interesse, vi consigliamo di pubblicare sulla vostra bacheca contenuti realizzati da voi o ripostati, ovviamente riguardante l’area di lavoro che trattate.

Senza dubbio, per massimizzare le possibilità di trovare lavoro vi consigliamo di avere un profilo LinkedIn professionale e ben curato (prendete sempre spunto dai migliori).

Speriamo di avervi aiutato a capire come scrivere un curriculum efficace, funzionale, ma che soprattuto vi porti i risultati sperati con i nostri piccoli accorgimenti. Per qualsiasi domanda o spunto di riflessione non esitate a contattarci.

Loading...

articoli correlati

Nike lavoro: Le figure professionali ricercate e come candidarsi

Nozama Lab

Le migliori aziende in cui lavorare in Italia: Classifica top 10

Nozama Lab

Come diventare un Amazon Seller: chi è, cosa fa?

Nozama Lab

Gucci: Le figure professionali ricercate in tutta Italia

Nozama Lab

Nel 2035 i contabili non esisteranno più: i robot amministrativi li sostituiranno

Nozama Lab

Stuntman lavoro: chi è? Di cosa si occupa? Stipendio

Nozama Lab