Lavoro

Trovare Lavoro a MILANO: come fare? CV? LinkedIn? I metodi vincenti

TROVARE LAVORO A MILANO

Trovare lavoro a Milano: come possiamo fare? Una domanda ricorrente soprattutto per chi si trasferisce nel capoluogo lombardo da altre zone d’Italia. Tra i vari nostri articoli della categoria “lavoro”, questo è uno dei più rilevanti per il territorio italiano. Perché? Semplice, perché Milano è attualmente considerata la Capitale economica d’Italia e al momento rappresenta la città maggiormente ricca di lavoro e possibilità.

Milano è caotica, si va veloci, si lavora parecchio ed è popolata da circa 1,5 milioni di persone (solo il Comune). Come districarsi in questa metropoli e riuscire a trovare lavoro? Abbiamo voluto realizzare questo articolo per racchiudere i nostri migliori consigli sulla città (anche noi siamo di Milano 🙂). Iniziamo subito, buona lettura.

Strategie per trovare lavoro a Milano

Partiamo subito con il capire quali strategie ci potranno servire per cercare e trovare il lavoro che fa per noi a Milano. Bene, abbiamo individuato 3 metodi che di seguito andremo ad approfondire per ottenere i risultati sperati.

Venire a vivere a Milano avendo ottenuto un lavoro significa mediamente riuscire ad innalzare il proprio stile di vita grazie agli stipendi più alti che offre la città. Ciò è molto generalista, ci sarebbero tanti fattori da approfondire (il tipo di impiego, le prospettive di carriera, i benefit, l’azienda ecc…) ma idealmente si va in crescendo a Milano, anche se sono da tenere d’occhio le spese, soprattutto se si viene a vivere in affitto.

Fatta questa piccola premessa, capiamo quali sono le 3 strategie o meglio i 3 metodi consigliati per approcciarsi al mondo del lavoro nella metropoli meneghina:

  • Agenzie di collocamento
  • Siti per trovare lavoro
  • LinkedIn

Sono tutti e 3 strumenti ottimi per raggiungere il proprio obiettivo. Occorre però saperli sfruttare a dovere, vediamo dunque come fare al meglio.

Agenzie di collocamento Milano

Il primo metodo che prendiamo in esame sono le agenzie di collocamento. Enti specializzati nell’aiutare le persone / i candidati a trovare il posto di lavoro più adatto a loro, fungendo da intermediari tra le persone che cercano lavoro e le aziende che cercano personale.


Come funzionano queste agenzie? La persona in cerca di un’occupazione può portare il suo curriculum e sostenere un colloquio orientativo attraverso queste realtà, le quali potranno in un secondo momento orientarlo verso determinate aziende che cercano figure simili o con simili competenze. Saranno quindi gli operatori dell’agenzia a scovare il lavoro giusto per il candidato.

Un sistema sicuramente funzionale e adatto ai meno preparati del mondo del lavoro. Ad ogni modo pensiamo che per Milano possano performare meglio i metodi successi: siti web per trovare lavoro e LinkedIn.

La possibilità di scegliere per quale azienda candidarsi e in quale mansione è fondamentale per trovare qualcosa che faccia davvero al caso nostro. Delegando ad un operatore dell’agenzia interinale tale scelta, potremmo non riuscire a trovare subito qualcosa che ci calzi a pennello. Ad ogni modo ogni caso è a sé e queste agenzie possono fare veramente la differenza tra rimanere disoccupati e ottenere il proprio lavoro, quindi ben vengano. Passiamo ora ad approfondire il tema dei siti per trovare lavoro.

Siti per trovare lavoro a Milano

Tra i metodi maggiormente consigliati per trovare lavoro a Milano, i siti di ricerca del lavoro sono ottimi. Sono piattaforme nelle quali si incontrano domanda e offerta. I candidati possono direttamente rispondere agli annunci delle aziende con il proprio CV e un messaggio di presentazione, oppure possono trovare l’email di riferimento per una data posizione.

Bene, ma a quali siti ci si può rivolgere? Ce ne sono veramente tanti che offrono una copertura sul tutto il territorio italiano oltre a quello milanese. Per scoprire i migliori siti vi intitiamo a leggere il nostro articolo dedicato a questo tema: i 7 migliori siti per trovare lavoro. Per una ricerca super approfondita potrete utilizzare tutti i siti, poichè alcune aziende caricano i propri annunci su alcuni portali rispetto che altri.


Una volta scelti i vostri siti di riferimento nei quali andrete a ricercare il vostro prossimo impiego, non dovrete far altro che impostare la ricerca, appunto, con zona (Milano Comune, Milano provincia, Milano Nord, Milano Ovest, Milano Sud, Milano Est, o ricerche ancora più specifiche) e la parola chiave riguardo all’impiego che vi interessa quindi (cuoco, idraulico, elettricista, digital marketing, economista, ecc…).

Inesperienza

Qualora siate all’inizio e non avete ancora scelto una professione che fa per voi, oppure verreste a Milano per fare quasi “qualsiasi cosa”, insomma collezionare qualche esperienza, potreste semplicemente digitare nelle parole chiave “il vostro diploma” o “la vostra laurea” oppure “Neolaureato/a” eccetera, il motore di ricerca del sito vi presenterà le offerte di lavoro corrispondenti. Tendenzialmente c’è sempre molta disponibilità a Milano, di posti vacanti e ruoli, soprattutto nei tipici lavori di turnover (come gli addetti alle vendite nei negozi del Centro o i posti desk / receptionist).

Una alternativa validissima ai comuni siti di ricerca del lavoro è LinkedIn, che secondo il nostro parere è la piattaforma per eccellenza dedicata al lavoro e a Milano è utilizzata da circa 1,3 milioni di persone, è molto diffusa e utile. Approfondiamola nel prossimo paragrafo.

Utilizzare LinkedIn

LinkedIn ti aiuterà moltissimo nel trovare lavoro a Milano. Soprattutto per determinate occupazioni in ufficicio. LinkedIn è un social network per i professionisti, una piattaforma di connessione per chi fa parte del mondo del lavoro o per chi si sta approcciando.


Ma come posso struttare questo strumento per il mio obiettivo? Per prima cosa vi consigliamo di lavorare sulla credibilità del profilo, quindi iniziare a curarlo e impostare come un qualsiasi altro vostro profilo social. Tenendo ordinato, organizzato e aggiornato il vostro profilo LinkedIn avrete già una credibilità migliore rispetto a chi dopo averlo aperto lo abbandona a se stesso.

Il secondo passo è quello di creare dei collegamente profittevoli e utili al vostro futuro percorso lavorativo. Cosa significa ciò? Significa che prima di candidarvi per la socieà “Y”, potreste richiedere il collegamento LinkedIn (una sorta di “amicizia” per Facebook) ad alcuni recruiter, impiegati nel ruolo che vi interessa e dirigenti dell’azienda “Y”, appunto. Questa strategia vi tornerà utile per creare un primo legame personale con le persone che avranno modo di decidere il vostro futuro o meno nell’azienda “Y” in questione. Potreste infatti provare a contattarle privatamente per ottenere più informazioni o feedback sul lavoro per il quale andrete a candidarvi, potreste inoltre capire se può fare al caso vostro una determinata mansione chiedendo a degli ex dipendenti di quel ruolo dell’azienda “Y”, così da avere un parere ancora più imparziale e scevro da ogni dinamica di interesse personale o concorrenza.


Leggi anche: 5 strategie per trovare lavoro su LinkedIn.

Applicando questi semplici consigli e filtrando le ricerche per Milano, otterrete sicuramente buoni risultati, provateci! Aspettate però… in tutto questo, il vostro CV è pronto? Ci sono tutti i dati che servono? Si può inviare? Facciamo un passo indietro a capiamo come prepararlo.

Preparare il Curriculum

Prima di salpare alla volta di Milano, assicuratevi di aver pronto un Curriculum Vitae efficiace. Abbiamo già trattato l’argomento “come creare un curriculum” in un articolo dedicato e ve ne consigliamo la lettura, soprattutto se volete differenziarvi dalla massa, come si suol dire.

Ad ogni modo abbiamo deciso di racchiundere in questo piccolo paragrafo alcuni punti chiave che dovrebbe avere il vostro CV:

  • Cercate di racchiudere tutte le informazioni rilevanti nella prima pagina.
  • Rendetelo personalizzato rispetto al ruolo per il quale vi candiderete (cioè cercato di far emergere le vostre esperienze correlate a quella specifica mansione che vi interessa, non divagate troppo).
  • Se non avete esperienza, puntate sulle vostre soft skills, la vostra personalità e le vostre ambizioni.
  • Evitate di allegare foto al cv di voi stessi in atteggiamenti e contesti poco professionali.
  • Rendetelo esteticamente differente rispetto alla media (esempio: se vi sono dei dati da aggiungere che vi riguardano, provate a farlo in modo originale, con un grafico o un’infografica). L’importante è rimanere nella testa del recruiter.

Detto questo, ribadiamo che sono tutti consigli di massima e possono essere opinabili a seconda del ruolo o mansione lavorativa per la quale ci si vuole applicare.

Ricordatevi poi che a supporto della vostra presentazione ci sarà anche il vostro profilo LinkedIn 😉.

A Milano non ci sono solo investitori, startupper e imprenditori, il mercato meneghino è davvero ampio e serve persone di tutte le tasche. Per non parlare del fatto che si possono trovare sparse per lo spazio urbano le sedi italiane delle più grandi società al mondo ma anche piccoli negozietti antichi verso il centro storico. Insomma ce n’è per tutti sotto la Madonnina d’oro.


Leggi anche: trovare lavoro a 50 anni: come fare?

Muoversi a Milano

Abbiamo detto che Milano è caotica ma è comunque ben organizzata per quanto riguarda gli spostamenti. Cercare e trovare lavoro è cosa agevolata dalla possibilità di raggiungere la sede di una determinata aziende attraverso diversi mezzi: bici, auto a condivisione/noleggio (sharing car), monopattino elettrico, mezzi pubblici (tram, filobus, bus, metro), taxi.

E’ sconsigliato l’utilizzo della macchina di proprietà nella maggior parte dei casi, soprattutto se ci si deve spostare in zone molto vicine al centro. La mobilità a Milano è sicuramente un punto vincente, che funziona e facilita il raggiungimento del proprio posto di lavoro o l’ufficio per il colloquio che andrete a fare. A proposito di colloquio di lavoro, ne parliamo nel prossimo paragrafo.

A differenza di altre regioni italiane, i mezzi pubblici sono utilizzati da molti professionisti per raggiungere l’ufficio o il luogo di lavoro e non per forza solo da persone che non hanno un veicolo.

Colloquio di Lavoro (Trovare lavoro a Milano)

Vediamo in questo paragrafo alcuni rapidi ma efficaci consigli per affrontare correttamente un colloquio per un nuovo lavoro al quale ci si è candidati:

  • Preparati (almeno il giorno prima) sui dati dell’azienda e i possibili obiettivi (KPI) da raggiungere nel ruolo per cui ti candidi. Essere a conoscenza di ciò che ci spetterà è già un bel passo avanti.
  • Arriva con qualche minuto di anticipo al colloquio.
  • Adotta un look consono al ruolo che andrai a svolgere, se assunto/a.
  • Non dimenticare che l’umorismo può aiutarti anche in momenti di serietà quali i colloqui di lavoro.
  • Porta del materiale che dimostri le tue capacità o i tuoi risultati ottenuti in passato attraverso determinate skills correlate a questa prossima occupazione.
  • Poni domande coerenti a coloro che ti intervistano. Anche tu, nella tua posizione di candidato hai la possibilità di valutare se quella è l’azienda che fa al caso tuo e il ruolo ti si addice.
  • Comunque vada il colloquio cerca sempre di stringere relazioni profittevoli con le persone che ti circondano e siano in grado di migliorare la tua posizione lavorativa.
  • Non promettere cose irrealizzabili per te e per le tue abilità, sii comuqnue realista in ciò che prometti, se ti va bene, li stupirai in seguito con il tuo lavoro.

Questi sono alcuni punti molto interessanti che potrebbero aiutarti molto nell’affrontare un colloquio di lavoro, sia in generale che a Milano. Facci sapere con un messaggio Direct sulla nostra pagina Instagran (@nozama_lab), se vorresti leggere un articolo interamente dedicato ai colloqui di lavoro o quale altro argomento correlato al lavoro ti piacerebbe noi trattassimo.

Stipendi Milano

Abbiamo parlato di tantissimi argomenti. Sì, ma gli stipendi a Milano come sono? E’ vero che sono più alti mediamente? Rispondiamo anche a questo. Soprattutto se sei un lavoratore con già qualche anno di esperienza, sai che lo stipendio è uno degli elementi chiave che ti convincerà o meno ad accettare una data offerta di lavoro.

Abbene, a quanto ammontano a Milano mediamente? Dai dati di una ricerca di JobPricing è emerso che la retribuzione annua lorda media dei milanesi è di 34 mila euro. Ciò si traduce in una media ci circa 1900 euro al mese netti. Tale cifra è circa 400 euro superiore alla media degli stipendi nazionali che si aggira sui 1500 euro netti al mese. Ecco la testimonianza che a Milano si viene pagati di più mediamente. Non dimenticatevi però del costo dello stile di vita che rimarrà anch’esso più alto rispetto alla media.

Bene, l’articolo si conclude qui. Ci auguriamo di avervi aperto gli occhi su come trovare lavoro a Milano e magari di aver aiutato qualcuno in questo intento, in tal caso fatecelo sapere, ci farebbe piacere.

Loading...

articoli correlati

Che lavoro fare con una Laurea in Economia? I migliori sbocchi professionali nel 2019

Nozama Lab

5 Lavori strapagati senza avere una Laurea [VIDEO]

Nozama Lab

Perché utilizziamo i soldi di carta? chi li ha inventati?

Nozama Lab

Taglio del Cuneo fiscale: ecco chi potrà avere 100 euro in più in busta paga

Nozama Lab

Trovare Lavoro: 5 app o siti che ti aiuteranno

Nozama Lab

Come scrivere un Curriculum Vitae diverso dalla massa. Consigli per un CV efficace

Nozama Lab