Economia Shopping Tecnologia

Mascherina Coronavirus: dove comprarla? Prezzo? Qual è quella giusta. Antivirus

mascherina coronavirus

La mascherina coronavirus sembrerebbe il prodotto più venduto nell’ultimo mese in Italia. Ma quanto costano le mascherine antivirus? Dove è possibile acquistarle, online o nei negozi? Quali sono i modelli giusti che si possono comprare? Rispondiamo in questo articolo molto completo. Da fine febbraio 2020 a fine marzo 2020 si ha avuto un boom incredibile. Il covid 19 purtroppo ha dato e sta continuando a dare molti problemi al Bel Paese.

Abbiamo dunque deciso di realizzare un articolo ad hoc per far capire a tutti come comportarsi per le mascherine antivirus, e per informare in maniera migliore possibile riguardo al problema, assolutamente da non sottovalutare.

Prima di iniziare a parlare del Covid 19 e capire come si è espanso in Italia, vi invitiamo a seguirci anche su Instagram (ci trovate con il nome: @nozama_lab) e su YouTube cercando la parola “Nozama Lab” nell’apposito motore di ricerca. Ok, ora ci siamo, partiamo, speriamo di rispondere nel modo adeguato alle vostre domande riguardanti le tanto discusse mascherine anti coronavirus.

Leggi anche: smartphone di lusso e commodity trading.

Cos’è il Covid 19

Chiamato dalla comunità scientifica SARS-CoV-2 (SARS=virus responsabile dell’epidemia e malattia respiratora acuta) abbreviato Covid-19, o coronavirus è un ceppo virale mai identificato prima dall’uomo. Si pensa sia un virus di origine zoonotica, cioè trasmesso da un animale all’uomo, in particolare si pensa che il bungaro di Taiwan sia l’animale incriminato, un rettile strisciante squamato molto velenoso e facente parte del mercato alimentare di Wuhan (un mercato a cielo aperto dove venivano commerciate carni animali in condizioni di igiene precarie). L’ipotesi dei pipistrelli invece sembrerebbe una notizia non corretta, ma trapelata i primi giorni dell’espansione del virus, circa fine febbraio 2020.



E’ stato constatato per la prima volta a Wuhan, Cina, dove tra il dicembre 2019 e il gennaio 2020 sarebbero stati trovati 59 casi sospetti, dei quali 41 aventi effettivamente un’infezione polmonare, febbre, dolori muscolari e stanchezza. L’età media dei contagiati si attestava sui 49 anni. Questa è la breve digressione storica che abbiamo studiato dalle fonti più autorevoli.

Il mercato all’ingrosso dei frutti di mare di Huanan era un luogo in comune alla maggior parte dei contagiati.

Pandemia

A gennaio 2020 fu confermato il possibile contagio tra uomo e uomo attraverso le mucose di occhi, naso, bocca o contatto a Guangdong, in Cina. Da questo punto in poi, l’utilizzo delle mascherine per coronavirus si è fatto strada sempre di più in Cina.

Ben presto, sono stati verificati contagi in tutto il mondo, in tantissimi paesi, compresa l’Italia, che da fine febbraio 2020 ha iniziato a registrare la maggior parte dei casi di contagio nel Nord Italia, fino a diventare una vera e propria Pandemia (Epidemia con tendenza a diffondersi rapidamente attraverso vastissimi territori o continenti).

Leggi anche come avere Spotify Premium gratis.

Coronavirus in Italia

Dalle principali testate giornalistiche si legge che il virus in Italia, sarebbe stato portato da una persona rientrata dalla Cina (la quale identità non si è ancora scoperta) in periodo di incubazione, quindi senza sintomi ma portatrice sana del virus.

Quest’ultima venendo a contatto con la popolazione italiana avrebbe dato il via ai contagi a catena, passati tra i familiari, li amici e così via. Ci sono altre fonti ancora che darebbero il primo contagio in Italia dovuto a un contatto con un primo contagiato in Germania, questo rimane ancora dubbioso e fonte di discussione tra i media tradizionali e il personale medico che ha ripercorso gli inizi della malattia nel nostro Paese.

I due primi casi scoperti a Roma non avevano nulla a che fare con il grosso focolaio scoppiato nel Nord Italia.

Cause

Hans Kluge, direttore dell’Organizzazione mondiale della sanità in Europa, ha cercato di approfondire possibili cause dell’arrivo del Coronavirus in Italia indicando come misteriosi alcuni contagi che non hanno avuto a che fare con la Cina. Ebbene, il virus si è espanso a macchia d’olio per via di alcuni portatori sani non scoperti subito nel Bel Paese. Anche questi dettagli hanno fatto subito propendere per il concetto di Pandemia al quale siamo abituati oggi.



Molte sono state le accuse ai governatori italiani che non hanno utilizzato il pugno di ferro sin dai primi allarmi. Ci sarebbero state delle leggerezze nei controlli riguardanti i trasporti e l’asset Italia-Cina. Ma in tantissimi hanno sottovalutato il problema. Per fortuna che in breve tempo si sono prese delle serie misure per contrastare l’espansione dell’epidemia: a cominciare dall’igiene, quindi mascherine e igienizzanti, fino ad arrivare allo stop delle principali attività quarantena in casa per milioni di italiani.

Questa è la premessa iniziale per spiegare la diffusione e la situazione venutasi a creare nella penisola. Ad oggi, uno dei fattori più utilizzato per contrastare il virus è la mascherina per coronavirus. Ma serve realmente, quali sono i modelli migliori da comprare? E dove soprattutto? Vediamo subito nel dettaglio la questione mascherine.

Leggi anche: N26 opinioni.

Le mascherine sono utili? (Mascherina coronavirus)

La domanda lecita che tantissimi si pongono è: “ma le mascherine servono a qualcosa?” Il virus è talmente piccolo che potrebbe passare nei tessuti, o no?

La verità è che di mascherine ne esistono di vari tipi. Dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) era arrivata una nota molto eloquente e condivisa da tantissime testate giornalistiche: “Non servono nulla ai sani ma solo ai malati e sanitari”.

Quest’ultima affermazione derivava dal fatto che i non contagiati non hanno pericolo di contagiare nessuno poiché appunto non avrebbero contratto il virus, mentre i contagiati dovrebbero proteggersi con mascherine per non rischiare di contagiare nessuno. Ma per precauzione, si è optato per l’utilizzo unanime della mascherina a causa dei contagiati che non hanno sintomi.

Il periodo di incubazione della malattia è lungo, circa 2 settimane e in luoghi comuni dove entrare in contatto con persone ce ne sono diversi, in primis il supermercato, attività che non si può fermare o il lavoro, a seconda della propria mansione.

Ecco perché allora, per precauzione è importante avere una mascherina antivirus per così dire. Cioè ce ne sono di vari tipi, alcune sono efficaci, altre no, ma possono pur sempre aiutare, ne parliamo nel prossimo paragrafo.


Quale mascherina coronavirus comprare?

Quali mascherine comprare? Le comuni mascherine protettive da infermiere o dentista, sarebbero non utili o non in grado di fermare il contagio del coronavirus. Le mascherine coronavirus efficaci sarebbe invece quelle FFP3 o FFP2, ovvero omologate per avere dei filtri forti, antibatterici in grado di non far passare e bloccare ance i virus.

Gli standard FFP2 (EN 149-2001) corrispondono a:
l N95 (United States NIOSH-42CFR84)
l KN95 (China GB2626-2006)
prezzi mascherine ffp3
mascherina FFP3

Attenzione però, le mascherine in questione si devono adattare molto bene al visto e coprire quindi naso e bocca, i punti di facile entrata del coronavirus. Chi ha la barba o i bambini è meglio che non indossino tali mascherine proprio per l’impossibilità di adattamento al proprio viso in maniera perfetta.

Il kit più adeguato per i sanitari che devono affrontare pazienti con questo virus è camice monouso in Tnt idrorepellente, occhiali, mascherina Ffp3, guanti e cappuccio protettivo.

Diverse centinaia di migliaia di mascherine (300 mila in sù) sono state acquistate dall’Italia nell’ultimo mese per distribuirle agli addetti ai lavori. Ma chi non è un medico e vuole semplicemente andare a fare la spesa come può proteggersi, quali mascherine può comprare?

Ne parliamo nel prossimo paragrafo.

Dove comprare mascherina coronavirus

La mascherina Coronavirus abbiamo capito qual è, o almeno quali sono quelle davvero efficaci. Ma dove si comprano? Le scorte sembrano finite dovunque. Dovete sapere che il problema di approvvigionamento di tali materiali sanitari è esteso in tutto il Paese.

E una volta che le FFP3 o 2 saranno di nuovo disponibili, saranno distribuite a chi ne ha più bisogno e non alle persone che possono stare tranquille a casa in quarantena. Dunque per andare a fare la spesa o andare al lavoro un po’ più tranquilli, si potrebbe optare per mascherine più semplici, facilmente trovabili.

Dovete sapere che Amazon ha recentemente preso provvedimenti su larga scala per distribuire in maniera più veloce mascherine di protezione viso.



Quelle attualmente in vendita hanno le dovute certificazioni e possono essere sfruttate al meglio.

Modelli consigliati (mascherina coronavirus)

  • Mascherina coronavirus usa e getta: acquista ora. Forse le meno utili, ma con 4 strati di materiale in microfibra che per una semplice spesa possono andare bene e sono economiche (17,99€ per 50 unità).
  • Mascherina coronavirus con valvola: acquista ora. Migliori, con respiratore, livello di protezione FFP2, in grado di rimuovere almeno il 97% di petrolio e particelle fino a 0.3 Micron. (14,99 euro per 10 unità).
  • Mascherina KN95 – FFP2: acquista ora. La versione cinese dello standard inglese FFP2. (60€ per 25 mascherine).

Abbiamo individuato questi ultimi modelli come maggiormente affidabili. Per il resto ci sono tantissime mascherine in vendita davvero inutili e fittizie. Diffidate da mascherine che costano meno di 5€, in questo momento. Possono risultare davvero inutili, come non averle insomma.

Quindi se proprio volete proteggervi un minimo e ne avete bisogno, fate riferimento a ciò che vi abbiamo consigliato, in alternativa attendete i rifornimenti di ecommerce autorizzati o farmacie che hanno la possibilità di vendere materiale sanitario valido.

Leggi anche: quanto guadagnano i politici italiani al mese.

Prezzi mascherina covid 19

Quali sono i prezzi delle mascherine per coronavirus? Vi abbiamo anticipato nello scorso paragrafo due modelli di mascherine validi, ma quali sono i prezzi generali? Quanto costano le mascherine ufficiali che utilizzeranno i medici con filtri e omologazioni adeguati FFP3?

Ve lo sveliamo subito.

Dovete sapere, come forse immaginerete già da un po’, che i prezzi delle mascherine si sono alzati esponenzialmente già da tempo. La maggior parte delle persone potrà pensare che le mascherine FFP3 , specializzate e con i filtri giusti contro il virus possano costare di base tantissimo rispetto alle tante mascherine fascino che sono uscite in questo periodo.

In realtà non è affatto così e ve lo dimostriamo con questa foto.

mascherine fpp3

La 3M è un’azienda molto famoso per la produzione di colle, vernici e materiale di protezione di questo tipo, come appunto anche mascherine FFP3. Come vedete dall’immagine, una mascherina coronavirus ufficiale costa circa 7,50€. Un prezzo stabile non esagerato, non di centinaia di euro.



Addirittura, aveva confuso molto il popolo il fatto che alcune mascherine di LuisVuitton, inutili dal punto di vista salutare, potessero arrivare a costare quasi 200 euro. Dunque calma, i prezzi sono più normali di quanto si possa pensare. E’ giusto un aumento di prezzi in conseguenza all’andamento di mercato e alla legge di domanda e offerta ma nel primo mese in cui il coronavirus ha attecchito in Italia si sono viste cose incredibili, aumenti che hanno avuto dello sciacallaggio di fondo che ha fatto leva sulla paure dei cittadini.

Come vedere i contagi in tempo reale

Per chiunque è alla ricerca del famoso link per vedere le tabelle e la mappa di contagi in tutto il mondo in tempo reale ecco qui: Contagi coronavirus nel mondo in tempo reale. Si tratta di un sito patrocinato da un’importante università di medicina Jhon Hopkins, Center for Systems Science and Engineering (CSSE).

mascherine coronavirus
Screen di Marzo 2020

Il sito mostra l’evoluzione dell’epidemia in ogni stato, mostra i contagiarti totali, i guariti e le morti. Vi consigliamo di tenervi aggiornati in questa maniera.

Se avete voglia di cercare qualche altra fonte, sappiamo che su YouTube, alcuni canali esteri sono in live h24 su una Dashboard di questo tipo che calcola i dati dei contagi in tempo reale e li filma in una fotocamera che trasmette sul tubo di Google. Questo per tenere i contagi sempre monitorati.

Conclusioni Coronavirus

Come avrete capito le mascherine antivirus non hanno dei prezzi così fuori dal comune come si pensava. Ribadiamo che quelle migliori e più adatti a combattere tre situazione sono le FFP2 e le FFP3, quelle senza i filtri adeguati possono essere utilizzati in maniera locale, al massimo per andare a fare un po’ di spesa o andare al lavoro.

Una protezione seria per gli addetti ai lavori e per chi deve stare accanto ad un contagiato si compone delle altre mascherine che vi abbiamo citato qualche riga su.



E’ stata evidente una difficoltà di reperimento delle mascherine nel mese di marzo 2020 per diversi fattori. Non solo in Italia, il problema si è esteso in tutta Europa e in USA. Si continua a condividere sui social l’hastag #staiacasa grazie a numerosi Influencers e politici italiani e anche i maggiori social, come Facebook e Instagram hanno creato adesivi virtuali per le proprie storie in modo da diffondere sempre di più il concetto. Anche le donazioni agli ospedali italiani sono importanti!

La popolazione italiana rimane unita per fronteggiare questo terribile virus. Mi raccomando continuate a rispettare le regole che i decreti hanno emesso e tutto finirà il più presto possibile. Ora vi è chiaro come la mascherina coronavirus possa aiutarvi e come potete acquistarla online.

Loading...

articoli correlati