Shopping

A cosa servono i BCAA: l’utilizzo degli amminoacidi ramificati

a cosa servono i bcaa

A cosa servono i BCAA? Scopriamo il corretto utilizzo degli amminoacidi ramificati.

Perché si usano i BCAA? A cosa servono i BCAA?

In ambito clinico, i BCAA vengono utilizzati in particolari condizioni patologiche (citate più in basso).  Vengono utilizzati anche nelle fasi di recupero da grandi traumi e ustioni.

Nonostante l’importanza clinica di questi nutrienti, l’uso più rilevante di integratori di BCAA interessa sicuramente l’ambito sportivo.


I nostri muscoli sono composti per il 35% da Lecina, Isoleucina e Valina, i tre aminoacidi a catena ramificata, più comunemente conosciuti come aminoacidi BCAA.

Se stai cercando di costruire la tua muscolatura e di mantenere la massa muscolare durante un esercizio fisico intenso o perdere peso i BCAA potrebbero essere il complemento perfetto da aggiungere alla tua dieta. In questo contesto, vengono utilizzati:


Come aiuto prima della performance (pre workout); In qualità di integratore, utile a ridurre i danni muscolari indotti dall’esercizio fisico, per ridurre la senzazione di fatica, accelerare i tempi di recupero e aumentare la crescita muscolare. A cosa servono i BCAA?

Sei interessato/a a perdere peso? Nessun problema.

Tutti i programmi di perdita di peso hanno una cosa in comune; richiedono una dieta ipocalorica per essere più efficaci.  Questa però può provocare dei problemi come: la possibile perdita di massa muscolare;

il calo del livello di energia che rende più difficile l’allenamento e la concentrazione nello svolgere le normali attività quotidiane; gli attacchi di fame durante il giorno, causati dalla restrizione calorica.


Ecco la soluzione, i BCAA.

La leucina è il più importante dei BCAA in termini di perdita di grasso e riparazione della fibra muscolare.  La loro supplementazione aiuta a mantenere la massa muscolare, mantenere i livelli energetici e supportare l’acquisizione di massa magra mentre si elimina il grasso in eccesso.

Come si assumono?

Molto semplice, bisogna assumere 1g di aminoacidi ramificati per ogni 10Kg di massa corporea. Quindi una persona di 60Kg deve assumere 6g di ramificati suddivisi prima, durante e dopo l’allenamento.

[amazon_link asins=’B06WRNM82B,B06WWDPNSS,B00CBEJITW,B074V4PMRZ,B01ETWKFTA,B074V4MFXC,B009J5C3RU,B01I3Y5AZE’ template=’ProductGrid’ store=’jpfitness0d-21′ marketplace=’IT’ link_id=’dc3d2c7e-d889-4602-a9c9-9aadd4aa0467′]

Quali sono gli effetti collaterali?

molto spesso viene chiesto se i BCAA possono avere effetti collaterali. Le principali domande sono rivolte ai danni al fegato e ai reni. Ora mi appresto a rispondere. A cosa servono i BCAA?

Quasi tutto ciò che introduciamo con la dieta viene filtrato dal fegato, ma ci sono alcune sostanze che non sono soggette al filtro epatico. Tra queste ci sono proprio i BCAA, che giungono direttamente nel circolo sanguigno, e poi vengono captati direttamente dal muscolo. Proprio per questo hanno un benefico effetto anti catabolico e di stimolazione della sintesi proteica.
Non è un caso che proprio i BCAA siano utilizzati in campo medico per trattare varie patologie e complicanze epatiche, come la cirrosi.


Poiché questo gruppo di aminoacidi viene captato direttamente dal tessuto muscolare, non crea danni renali. Ancora una volta sono proprio i BCAA ad essere somministrati a pazienti con insufficienza renale cronica perchè, riducendo il catabolismo muscolare, migliorano anche la prognosi di questi pazienti.

Cos’è la Creatina: perchè è utile al nostro corpo?

In conclusione posso affermare che i BCAA non danneggiano ne il fegato ne i reni. Resta il fatto che vanno presi con moderazione e senza esagerare. Qualsiasi cosa presa in abbondanza fa male. Speriamo di aver risposto nel modo più esaustivo possibile alla domanda: A cosa servono i BCAA?

 

Loading...

articoli correlati