Motori

Tesla: trova Easter Egg ispirato al film “Ritorno al futuro”

Tesla: trova Easter Egg ispirato al film "Ritorno al futuro"

Negli ultimi anni Tesla ha coccolato i propri clienti con l’escamotage del cosiddetto ‘Easter Egg‘, ossia particolari funzioni più o meno nascoste all’interno di un software, relative ad attività di intrattenimento. L’insieme di queste cyber ‘Uova di Pasqua’ risiedono oggi all’interno dell’applicazione per dispositivi Mobile dedicata alla gestione dei vari sistemi di bordo.

Ergo, si tratta di un Easter Egg nascosto ed ispirato alla trilogia di Ritorno al Futuro, rinvenuto in settimana dal proprietario di una Model X, che ha cliccato sullo stato della batteria mentre la vettura segnava 121 miglia percorse. Un tributo molto ben congegnato e difficile da trovare, riservato a tutti i possessori di Model S, Model 3 e Model X.


I riferimenti al film

L’Easter Egg propone molti riferimenti al famosissimo film di Steven Spielberg, che ha avuto come protagonista un giovanissimo Michael J. Fox. Anzitutto il numero 121, che richiama gli 1,21 GigaWatt di energia necessari alla macchina del tempo per attivare i circuiti temporali.

Passiamo alla carica residua chiamata ‘Fuel Chamber‘, attinente il sistema di alimentazione del Flusso-canalizzatore, ossia la posizione del veicolo indicata in 1600 S Azusa Ave, Rowland Heights, California. In più, viene inserito anche un service per il 5 novembre 1955, giorno nel quale il Dr. E. Brown ha inventato il viaggio nel tempo.


In conclusione non si può non evidenziare l’avviso ‘Time Circuit Off‘ e la versione software datata 1985, in riferimento all’anno di uscita del film nelle sale e ambientazione di partenza del primo capitolo della saga.

Tesla Roadster in Italia

Adesso è ufficiale: da poche ore è possibile prenotare una Tesla Roadster in Italia. L’auto elettrica a quattro posti, sostiene Elon Musk, farà 400 chilometri orari, raggiungerà i 100 orari in 2,1 secondi e farà 1.000 chilometri con una carica di batteria si può prenotare oggi, per riceverla l’anno prossimo.

Attualmente si potrà prenotare solo in due versioni:

  1. Versione ‘normale‘: costa 200 mila euro e si prenota con un anticipo di 4.000 euro con carta di credito e un successivo bonifico da 39.000 euro entro 10 giorni;
  2. Fouders Series: si tratta di una edizione limita a mille esemplari, il cui costo ammonta a 250 mila euro e si prenota con un anticipo di 4.000 euro con carta di credito e successivo bonifico, sempre entro 10 giorni, da 211.000 euro.

In entrambi i casi le prenotazioni (non cedibili a parti terze) non saranno definitive se sul conto di Tesla non arriva il bonifico, come è da prassi nei termini contrattuali, in cui si legge:

“Effettuando la Prenotazione si è assicurato la priorità indicativa per la consegna del Suo veicolo Tesla Roadster.


ebbene questa prenotazione Le assicuri una priorità di consegna indicativa, essa non comporta l’acquisto o l’ordine di un veicolo […] Finché non avrà stipulato il Contratto d’acquisto, la Sua Prenotazione potrà essere annullata in qualsiasi momento, nel qual caso Lei riceverà il rimborso del Pagamento della prenotazione”.

 

Cosa ne pensate?

 



articoli correlati

Starship è la navicella del turismo spaziale: l’annuncio di Elon Musk

Veronica Mandalà

Aerolinee Siciliane S.p.a: è nata una nuova compagnia aerea italiana da 10 milioni

NozamaLab.com

Tesla Model S da Record: percorsi 1 milione di km

NozamaLab.com

Oppo Find X Lamborghini: caratteristiche e prezzo

NozamaLab.com

Batteria ricaricabile grazie all’acqua di mare: la nuova invenzione di IBM

NozamaLab.com

Lamborghini: “addio ai saloni automobilistici”. Il motivo

NozamaLab.com

Quadro Oxygen: scooter elettrico a 2 ruote a prezzo imbattibile con l’ECOBONUS

NozamaLab.com

Scandalo airbag difettosi: Tesla richiama 14 mila Model S

Veronica Mandalà

Aston Martin: presentazione della nuova Rapide E

Gabriele Muraro

AUTO ELETTRICHE: molti le vogliono, nessuno le compra. Ecco perché

NozamaLab.com

GP Spagna streaming GRATIS: dove guardare F1 questo weekend

NozamaLab.com

Wifi auto: Bentley introduce un sistema veloce e sicuro

Marco Giglia