Tecnologia

Tesla: sulle automobili si potrà giocare ai videogiochi

Tesla videogame

Tesla: si apre una nuova frontiera dell’intrattenimento nelle automobili, con possibili polemiche legate alla distrazione del conducente al volante.

L’idea è di Tesla che nel nuovo aggiornamento del software per le Model 3, Model S e Model X (praticamente tutta la gamma) ha infilato tramite un display touch screen montato centralmente sul cruscotto i grandi classici videogiochi della Atari (società statunitense produttrice di videogiochi e di hardware per uso videoludico). Per ora i videogiochi sono i seguenti: Centipede, Lunar Lander e Missile Command.  Elon Musk (CEO di Tesla) ha confidato ai giornalisti di puntare anche Pole Position.


Pole Position

Pole Position è un simulatore di corse, collegato direttamente al volante dell’automobile. Tale funzione sarà, ovviamente, disponibile solo con l’automobile non in movimento. L’azienda di San Carlos però non ha intenzione di fermarsi ad Atari. Elon Musk attraverso Twitter ha infatti esortato anche altri sviluppatori di videogiochi a candidarsi a Tesla, spiegando come l’azienda desideri realizzare giochi che integrino il touch screen centrale, il telefono dell’utente e l’auto in contesti reali.

Leggi anche: come scrivere un curriculum

Ovvio, si potrà giocare solo con l’automobile a motore spento, con il cambio in modalità parking e Il controller sarà il nostro volante, in diversi casi è stato possibile aggirare il blocco sul funzionamento della TV in auto, accessibile inizialmente solo con macchina ferma… Speriamo che il sistema Tesla sia più “blindato” da questo punto di vista. Voi cosa ne pensate?


Videogiochi a parte la versione 9.0 del software dell’auto porta in dote anche altre novità: un ulteriore sviluppo del sistema di guida autonoma a tre passaggi che consentirà al guidatore di rimuovere le mani dal volante solo al soddisfacimento di determinate condizioni, come: maggiore funzionalità alle telecamere di bordo che potranno funzionare come dashcam, registrando tutto ciò che succede intorno all’auto. Il tutto collegato ad un’unità flash con 1,8 GB di spazio e salvare video clip di 10 minuti.


Ora inoltre sarà possibile utilizzare il telefono per avviare aggiornamenti via etere dell’auto, caricare le informazioni di navigazione sull’auto e controllare i contenuti multimediali dal telefono. Insomma Tesla rilancia ancora sul fronte dell’elettronica e lavora sodo sul software che verrà utilizzato per migliorare la guida semi-autonoma di Autopilot.

articoli correlati

iPhone XR attrae sempre più utenti Android. Ecco perchè

NozamaLab.com

Bitdefender Internet Security: la miglior sicurezza per il tuo PC

NozamaLab.com

Apple Watch series 3: arriva il nuovo quadrante alla WWDC 2018

NozamaLab.com

Ecco Follow JC Go: a caccia di santi. Cos’è e come funziona

Marco Giglia

Lo smartphone pieghevole Huawei è quasi realtà: Ecco il prezzo

Gabriele Muraro

Come configurare Chromecast: la guida completa

Veronica Mandalà

OnePlus 6T: arriverà nei negozi MediaWorld

Alessandro Sieve

LIBRA, moneta digitale di Facebook, mette a rischio il sistema finanziario

NozamaLab.com

Apple in crisi: persi 9 miliardi di dollari. Ecco i motivi

Veronica Mandalà

Coronavirus: come avere aggiornamenti in tempo reale su Whatsapp

NozamaLab.com

OnePlus mostrerà un prototipo di smartphone 5G

Fabio Lo Verde

Come cambiare lo sfondo della chat whatsapp? Tutti i semplici passaggi

Alessandro Lella