Tecnologia

Apple corregge bug di FaceTime: cosa è successo?

Apple corregge bug di FaceTime: cosa è successo?

FaceTime di Apple è stato colpito da un bug che consente agli utenti di ascoltare brevemente le conversazioni della persona chiamata anche se non risponde. In certi casi, l’iPhone del ricevente invia brevi video all’insaputa del proprietario.

La nota azienda ha comunicato di aver risolto il problema, per cui la correzione sarà online in settimana, ragion per cui è stata momentaneamente disabilitata la possibilità di effettuare videochiamate di gruppo sull’app. Il bug è stato rilevato nella versione 12.1 del sistema operativo mobile di Apple iOS o una versione più recente, ma riguarda anche chi viene chiamato su un computer Mac da un iPhone.

I problemi causati dal bug

Partiamo dai microfoni aperti. Il problema sorge quando si utilizza la funzione “chat di gruppo” dell’app: in questo caso il software attiva apparentemente per sbaglio il microfono del ricevente anche se la chiamata non viene accettata. Il telefono poi smette di intercettare l’audio nel momento in cui la chiamata viene interrotta dopo troppi squilli a vuoto.


Passiamo ai video mandati all’insaputa del ricevente. Premere un tasto per chiudere la chiamata o spegnere l’iPhone fa partire un breve video all’insaputa del ricevente, verso chi ha effettuato la chiamata.

Il bug

Il bug è emerso poco dopo il tweet dell’amministratore delegato di Apple, Tim Cook, in cui veniva evidenziata la necessità di agire e portare avanti riforme per tutelare la privacy. Il bug imputato, quindi, consente ad alcuni utilizzatori di iPhone di effettuare chiamate di gruppo con FaceTime e ascoltare la persona chiamata prima che questa risponda al telefono e a sua insaputa.

Un portavoce di Apple ha dichiarato al sito Cnet:

“Siamo consapevoli del problema e abbiamo identificato una soluzione che sarà diffusa con un upgrade del software più avanti nel corso della settimana”.

Lo stesso sito Cnet ha scritto che, dopo aver riportato il problema ad Apple, le chiamate di gruppo FaceTime sono diventate “temporaneamente non disponibili” e non è stato più possibile, dunque, “riprodurre il bug”.

Cos’è FaceTime

FaceTime è un’applicazione sviluppata dalla Apple per i sistemi operativi iOS e macOS, ossia per per iPhone, iPad e computer Mac. Suo compito principale è effettuare chiamate o videochiamate col supporto d’Internet e previo uso della videocamera frontale del dispositivo.

articoli correlati

Violazione brevetti Qualcomm: Apple dovrà risarcire 31 milioni

Veronica Mandalà

Apex Legends: il nuovo Battle Royale gratuito firmato Respawn ed EA

Gabriele Muraro

Xiaomi Mi 8 Pro approda in Italia: ecco la scheda tecnica

Veronica Mandalà

Medicina, ultima frontiera: la precisione della chirurgia robotica

Marco Giglia

Nuovi aggiornamenti Spotify: ecco quali

Veronica Mandalà

iOS 13: anteprima del nuovo sistema operativo di casa Apple

Gabriele Muraro

17.000 € buttati in donazioni agli streamers di Fortnite su Twitch. Il giovane non aveva il consenso dei genitori

NozamaLab.com

Netflix 2020: la piattaforma avrà la pubblicità per aumentare il fatturato?

NozamaLab.com

iPhone XR: da ora puoi prenotarlo! Ecco tutto quello che devi sapere

NozamaLab.com

Apple investe 1 miliardo di $: Ecco su cosa e perchè

Gabriele Muraro

Mercedes-Benz AMG GT 4-door: gioiello tecnologico

NozamaLab.com

Visore Magic Leap: finalmente è realtà!

NozamaLab.com