Economia Lavoro

Dropshipping Etsy: guida strategica per ottenere subito risultati

Dropshipping Etsy

Se sei alla ricerca di nuovi mercati e-commerce da esplorare, un’attività di dropshipping su Etsy potrebbe essere la risposta che stai cercando. Questa piattaforma online, nota per il commercio di articoli fatti a mano e artigianali, ha visto una crescita significativa ad oggi con oltre 90 milioni di acquirenti attivi nel mondo. Considerando inoltre che più del 53% di questi acquirenti hanno effettuato almeno 2 acquisti nell’ultimo anno, Etsy si rivela un terreno fertile per il dropshipping. Se vuoi cogliere questa opportunità nel 2024, questa guida dettagliata su Etsy dropshipping ti sarà di grande aiuto. Vedremo insieme alcuni aspetti da considerare della piattaforma e la strategia per approdare con i tuoi prodotti vincenti sulla stessa, per iniziare a vendere possibilmente da subito. Buona lettura!

Dropshipping su Etsy

Etsy consente il dropshipping. Sia che tu stia acquistando o vendendo prodotti con questa modalità, puoi essere tranquillo nel poterlo fare. La piattaforma stessa fornisce una guida per il venditore che chiarisce cos’ è consentito e cosa no. Ad esempio, la piattaforma richiede solo ai venditori di garantire tempi di spedizione e elaborazione adeguati, senza limitare i metodi di adempimento utilizzati.

Inoltre, Etsy offre API per terze parti. Questa caratteristica consente a terze parti di sviluppare applicazioni relative a Etsy, semplificando la gestione delle attività e la sincronizzazione delle informazioni tra diverse piattaforme, come ad esempio Shopify.



Prima di addentrarci nella strategia di vendita su Etsy, è importante che tutti sappiate cosa si intende con il termine “dropshipping“. Questa pratica rappresenta una collaborazione tra venditori e fornitori online, in cui la gestione dell’inventario e la consegna sono affidate al fornitore. In altre parole, i venditori si liberano del tradizionale onere dell’inventario, mentre i fornitori si occupano dell’adempimento.

In questo caso specifico i venditori promuovono e vendono prodotti senza doversi preoccupare dell’inventario o della spedizione. Quando un ordine viene effettuato, il fornitore si occupa direttamente della consegna, mantenendo l’anonimato nel processo.

È una buona idea fare Dropshipping con Etsy? Conviene? Ci sono i margini?

Etsy si presenta al mercato mondiale come un marketplace in crescita e ancora relativamente inesplorato per il dropshipping. Dunque potrebbe ancora rivelarsi un’opportunità profittevole.

Tra i vantaggi di utilizzare Etsy per il dropshipping, ci sono:

  1. 0 costi: essere un venditore Etsy è gratuito, a differenza di Amazon per richiede un abbonamento mensile di circa 40€ per essere un venditore professionale e sfruttare al meglio il back end. Predisporre un prodotto in commercio su Etsy può arrivare a costare pochissimi centesimi, quindi assolutamente conveniente.
  2. Protezione Etsy: Etsy ha introdotto una nuova politica di protezione del venditore, fornendo un rimborso e assumendosi la responsabilità in caso di controversie. Questo è un dato molto interessante per i venditori che spesso si vedono perdenti in controversie anche ingiuste contro clienti.



Anche se Etsy ha alcune restrizioni e commissioni di servizio, l’opportunità di sfruttare un mercato in crescita e la protezione fornita rendono il dropshipping su Etsy un’idea da considerare.

Passaggi per aprire un negozio online su Etsy

Veniamo ai passaggi salienti di inizio di un’attività di vendita su questo marketplace. Quali sono tutti gli step da seguire per rendere i propri prodotti “vendibili”? Eccoli di seguit:

  1. Apri un negozio Etsy: registrati come venditore su Etsy e compila le informazioni necessarie per configurare il tuo negozio, inclusi il nome, la lingua, il paese, la valuta e altri dettagli.
  2. Trova prodotti Dropshipping di valore e in trend: utilizza la sezione best-seller di Etsy e altre risorse per identificare prodotti popolari. Puoi anche prendere ispirazione da influencer sui social media e utilizzare strumenti di ricerca avanzata dei prodotti.
  3. Aggiungi un annuncio su Etsy: completa le informazioni del prodotto, comprese foto, dettagli, tempo di spedizione e prezzi. Etsy addebita una piccola tassa di inserzione, quindi fai attenzione alle condizioni.
  4. Trova fornitori Dropshipping: utilizza motori di ricerca per trovare fornitori che offrono il dropshipping integrato con Etsy. Alcuni fornitori popolari sono AliExpress, Printful, Printify, Art of Where e Prodigi.
  5. Connetti Etsy con i fornitori Dropshipping: registra un account con il fornitore scelto e completa l’autorizzazione per stabilire la connessione tra il tuo negozio Etsy e la piattaforma di dropshipping.
  6. Importa prodotti nel negozio Etsy: seleziona i prodotti da dropshipping e inviali al tuo negozio. Una volta attivati, inizia a vendere e gestisci gli ordini attraverso il tuo fornitore.
  7. Ricevi ed evadi gli ordini: quando ricevi un ordine, il tuo fornitore di dropshipping gestirà automaticamente l’evasione e la spedizione al cliente.

Passiamo ora a snocciolare qualche consiglio utile, sia per la fase di avvio dell’attività sia per quando i tempi di vendita saranno più maturi.



Consigli efficaci

Per avere successo nel dropshipping su Etsy, è importante considerare alcuni fattori: conoscere cosa non puoi vendere su Etsy, dai un’occhiata alle restrizioni sui prodotti proibiti da Etsy per evitare problemi. Vendere prodotti esclusivi e unici, Etsy favorisce i prodotti unici, quindi considera la possibilità di progettare o personalizzare i tuoi prodotti. Lavorare con Etsy in Print on Demand, collabora con fornitori che offrono servizi di stampa su richiesta per ridurre la complessità dell’adempimento. Ottimizza il Negozio Etsy, o meglio utilizza parole chiave nei tuoi annunci e ottimizza i tag dei prodotti per migliorare il posizionamento del tuo negozio nelle ricerche organiche. Usa Etsy marketing per la promozione, approfitta degli strumenti di marketing di Etsy, come Etsy Ads, per promuovere i tuoi prodotti. Spesso non vendere con continuità non significa che i tuoi prodotti non siano interessanti per il mercato, quanto non abbiano la giusta visibilità che meritano.

Domande Frequenti per il Dropshipping Etsy

Quali sono gli articoli migliori da spedire su Etsy? Secondo Statista, le categorie più popolari su Etsy includono prodotti in casa e vita, arti e gioielli, abbigliamento, accessori, bagno e bellezza, giocattoli e borse. Come vengono pagati i venditori? Etsy supporta metodi di pagamento come PayPal, carta di credito, ApplePay e altri. I venditori ricevono i pagamenti direttamente attraverso questi metodi. Posso vendere in dropshipping sia su Etsy che su Shopify? Sì, è possibile integrare Etsy con Shopify per vendere prodotti su entrambi i negozi digitali.

In conclusione, il dropshipping Etsy è un’opportunità che vale la pena esplorare, considerando la crescita del mercato e i vantaggi offerti dalla piattaforma. Seguendo questa guida e implementando i consigli, potrai avviare la tua attività di dropshipping su Etsy con successo!


articoli correlati

Quanto guadagna Eddy Beef? Facciamo due conti

NozamaLab.com

Aumentare profondità della voce: tecniche per migliorare

NozamaLab.com

Robert De Niro età: quanti anni ha l’attore?

NozamaLab.com

FBA brokers: vendere con successo un’attività di e-commerce

NozamaLab.com

Tariffe logistica Amazon aggiornate – per ogni Paese

NozamaLab.com

Quanto costa mantenere un figlio mensilmente: da 0 a 18 anni. Quanto costa un bambino

NozamaLab.com