Criptovalute Economia

Come pagare imposta di bollo Binance in Italia: 2 opzioni

Come pagare imposta di bollo Binance

L’hai ricevuta anche tu la famosa notifica dall’app di Binance o direttamente l’email? Bene, ora sei alla ricerca sul web di capirne di più della faccenda e soprattutto come pagare l’ imposta di bollo Binance per evitare che vengano congelati i fondi e i successi prelievi dall’exchange. Ottimo, in questo articolo troverai la soluzione migliore per il tuo caso sulla base delle 2 opzioni possibili che la piattaforma dà per adempiere alla “tassa”.

In fondo lo 0,2% non è neanche così un problema, già probabilmente lo paghi per gli altri tuoi investimenti più classici come azioni, etf, obbligazioni, insomma l’imposta di bollo sul conto titoli (se ne hai). Sono 20€ per ogni 10.000 euro investiti in cripto. I problemi arrivano quando non facciamo trovare le risorse disponibili a Binance per l’adempimento. Vediamo come evitare tali problemi.

Convertire i fondi necessari in Euro

La soluzione immediata per gli utenti è rappresentata dalla conversione dei fondi necessari al pagamento dell’imposta direttamente in euro. Questo passo è fondamentale per evitare che Binance prelevi automaticamente lo 0,2% del valore in euro dei fondi a partire dal 26 gennaio. Gli utenti devono pertanto assicurarsi di avere sempre fondi sufficienti in euro per coprire l’imposta di bollo.



Binance nel Ruolo del “Sostituto di Imposta”

In questo contesto, è cruciale comprendere la responsabilità di Binance come “sostituto di imposta”. In virtù di questo ruolo, Binance è chiamata ad assumersi la responsabilità della riscossione dell’imposta per conto degli utenti. Ciò significa che l’exchange deve attuare le necessarie misure per garantire che l’imposta venga correttamente addebitata e trasferita alle autorità fiscali.

La radice di questi cambiamenti risiede nella modifica legislativa apportata dalla Legge di Bilancio 2023, in particolare il comma 146 dell’articolo 1. Questo emendamento ha introdotto l’imposta sul valore delle cripto-attività detenute dai residenti in Italia a partire dal 2023. Pertanto, è fondamentale comprendere questa nuova normativa per adeguarsi correttamente agli obblighi fiscali.

Leggi anche: cosa sono le gas fee | portafoglio crypto | come spostare eth

Calcolo dell’Imposta Binance

L’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarezza sull’imposta, stabilendo che essa sarà pari al 2 per mille del valore delle cripto-attività detenute al 31 dicembre di ogni anno solare. La base imponibile è rappresentata proprio da questo valore, che deve essere registrato sulla piattaforma di exchange. In mancanza di tale valore, è possibile fare riferimento al costo di acquisto delle cripto-attività.

È importante notare che la legge prevede limiti massimi per l’imposta sulle cripto-attività detenute. Per i soggetti diversi dalle persone fisiche, l’imposta massima è fissata a 14.000 euro. Questo limite sottolinea l’importanza di una corretta gestione fiscale e della conformità alle disposizioni normative vigenti.

In conclusione, navigare nel complesso mondo delle tasse su Binance richiede una comprensione approfondita delle nuove normative fiscali introdotte nel 2023 e delle responsabilità sia degli utenti che dell’exchange stesso. Mantenere fondi sufficienti in euro e monitorare attentamente le dichiarazioni fiscali sono passaggi essenziali per evitare inconvenienti e assicurarsi una gestione finanziaria conforme alle leggi italiane.

In Italia, l’imposta di bollo è un’imposta di registro applicata a determinate transazioni finanziarie, tra cui quelle relative agli strumenti finanziari. Quando si effettuano operazioni su piattaforme di trading cripto come Binance, è possibile che tu sia tenuto a pagare l’imposta di bollo in base alle leggi e alle normative fiscali italiane.



Notifica Binance imposta di bollo da saldare

Ecco la notifica che già molti di voi potrebbero aver ricevuto da parte di Binance con le 2 opzioni disponibili per poter pagare la tassa senza problemi.

Come posso saldare l’imposta di bollo:

Opzione A): Fino al 19.02.2024 è possibile pagare proattivamente l’imposta di bollo premendo il pulsante “deduci” nella [sezione Prelievi] e pagare istantaneamente l’importo dovuto in EURO €.

Opzione B): Attendere l’addebito automatico previsto a partire dal 19.02.2024.

Se il saldo del tuo conto è inferiore all’imposta di bollo:

– Prima della conversione automatica, puoi convertire le tue crypto in Euro oppure ricaricare Euro per saldare l’imposta di bollo.

– Dopo la deduzione automatica, verrà dedotto tutto il saldo disponibile e si prega di notare che i prelievi continueranno a restare limitati pari all’importo dell’imposta rimanente. Per rimuovere tale limitazione in qualsiasi momento, ti basterà andare nella [sezione Prelievi] e pagare istantaneamente a Binance l’importo dovuto in Euro.

In caso di domande o dubbi, è possibile contattare il nostro supporto clienti 24/7.

Il team di Binance Italia,

Ricapitolando, per pagare l’imposta di bollo su Binance in Italia, puoi considerare le seguenti opzioni:

  1. Addebito automatico sul conto Binance:
    • Binance offre un addebito automatico dell’imposta di bollo direttamente sul conto dell’utente alla data termine prevista. Questa è la “scelta passiva” che potete fare. Attendere che Binance, in quanto soggetto obbligato vi prelevi in automatico l’importo relativo all’imposta di bollo pari allo 0,2% del vostro patrimonio crypto posseduto sull’exchange al 31/12/2023. Se il tuo saldo euro è positivo e sufficiente non c’è da preoccuparsi, Binance attingerà da lì, in alternativa convertirà le tue crypto in fiat per adempiere alla tassa. I problemi potrebbero arrivare nel momento in cui non ci saranno materialmente fondi sufficienti per pagare la tassa. A quel punto Binance potrà bloccarvi i prelievi finchè non la pagherete.
  2. Pagamento diretto:
    • L’altra opzione consiste nel pagare direttamente l’imposta di bollo tramite il nuovo tastino “deduci” nella sezione prelievi. Un tasto che avremo praticamente solo noi italiani e pochi altri paesi per adempiere a questa formalità fiscale. Questa opzione dal nostro punto di vista è quella da preferire al fine che non vi vengano toccate le crypto.

Ricorda che le leggi fiscali possono variare ed è sempre consigliabile consultare un professionista fiscale o un commercialista per avere la garanzia di star facendo le cose per bene.


articoli correlati

Quanto guadagna Eddy Beef? Facciamo due conti

NozamaLab.com

FBA brokers: vendere con successo un’attività di e-commerce

NozamaLab.com

Tariffe logistica Amazon aggiornate – per ogni Paese

NozamaLab.com

Quanto costa mantenere un figlio mensilmente: da 0 a 18 anni. Quanto costa un bambino

NozamaLab.com

Settore retail significato

NozamaLab.com

Onlyfans piedi quanto si guadagna? Facciamo delle stime plausibili

NozamaLab.com