Economia Lavoro

Quanto guadagna un benzinaio? Perché ha il portafoglio pieno di banconote

Quanto guadagna un benzinaio

Se vi siete mai chiesti quanto guadagna un benzinaio, siete in buona compagnia. Lavorare presso una stazione di servizio può sembrare un lavoro ordinario, ma spesso ci si chiede perché i benzinai abbiano il portafoglio pieno di banconote. In questo articolo, esploreremo il mondo dietro le pompe di benzina, analizzando le ragioni dietro il presunto successo finanziario dei gestori di stazioni di servizio. Seguiteci, perché in poche righe vi sveleremo un settore davvero interessante.

Settore dei carburanti: un’economia forte

Mi ricordo come se fosse ieri, un piccolo me posizionato sul seggiolone dei sedili posteriori della macchina dei miei genitori che scruto dal finestrino lo scambio di soldi tra mia mamma e il benzinaio di zona. Quest’ultimo, come tanti altri benzinai di Milano, lasciava intravedere un portafoglio strabordante di banconote contanti. Nella piccola mente di un ragazzino l’associazione era semplice: benzinaio = lavoro che ti farà diventare ricco. Anche tu probabilmente pensavi ciò… grazie alla narrativa degli sceicchi, del petrolio e tanto ancora. Ad oggi la figura del benzinaio sotto questo punto di vista si è sicuramente ridimensionata. Sia per l’aumento di persone che utilizzano la carta per pagare, sia per l’aumento delle macchine elettriche che utilizzano colonnine di ricarica e non più benzina e sia anche per il taglio effettuate da parte del governo sull’utilizzo dei contenti, molti meno in circolazione rispetto a qualche anno fa.



Insomma, erano altri tempi, eppure questa figura nella mia mente non riesco a toglierla: un benzinaio sorridente che apre il portafoglio e lascia intravedere un ventaglio di banconote colorate… incredibile! Nonostante questo, ad oggi, diventato grande, capisco invece quanto possa essere difficile vivere da benzinaio con il reale e basso stipendio che mediamente viene elargito in Italia per queste figure. Purtroppo quelle mazzette di banconote, sono sempre state uno specchietto per le allodole rispetto ai reali numeri che a fine mese riesce ad intascare la persona preposta al fare benzina alle persone.

Il settore dei carburanti è un pilastro dell’economia globale, pensate che solo in Italia, il numero di impianti di distribuzione carburante superano i 22 mila. Alcuni Paesi lo utilizzano decisamente più di altri ma ancora oggi il carburante è settore economico importantissimo, sia per le aziende che per i privati. I dati ci dicono che solo in Italia, ogni persona consuma in media 3 litri di carburante al giorno, circa 7,5 barili di petrolio all’anno a persona. Numeri impressionati. Per decenni il petrolio ha rappresentato la prima fonte energetica del Paese (superato solo di recente dal gas naturale).



La struttura dei guadagni di un benzinaio

Tornando sulla questione economica legata ai benzinai, sappiamo che il loro guadagno dipende da diversi fattori, tra cui la posizione della stazione di servizio, il volume delle vendite di rifornimento mensili e le commissioni associate alla vendita di prodotti come snack, bevande e articoli di varia natura nei negozi correlati agli impianti di distribuzione del carburante. Un benzinaio non guadagna soltanto dalla vendita di carburante, ma anche da servizi aggiuntivi e prodotti che possono variare da stazione a stazione. Alcuni impianti possiedono anche delle strutture di autolavaggio per aumentare mediamente la spesa connessa ai rifornimenti durante l’anno.

Gran parte dei guadagni di un proprietario di questi impianti proviene dalla vendita di carburante, con margini che variano in base a diversi fattori, tra cui il prezzo di acquisto e trasporto della materia prima e il prezzo di rivendita secondo le speculazioni del momento storico. Di solito il benzinaio, è solo un dipendete e viene pagato con un semplice stipendio dal proprietario dell’impianto. Ad ogni modo le commissioni sul carburante possono influenzare significativamente il reddito di un benzinaio. In alcune situazioni, una stazione di servizio può ricevere commissioni più elevate, portando a guadagni più consistenti per il gestore.

Leggi anche: stipendio di uno stuntman | stipendio di un arbitro di serie A

I servizi aggiuntivi, come il bar o la vendita di prodotti da banco, contribuiscono in modo significativo ad aumentare il reddito di un benzinaio. Queste entrate extra possono fare la differenza tra un gestore che guadagna un reddito medio e uno che ha il portafoglio “pieno di banconote”. La diversificazione delle entrate può essere una strategia chiave per i benzinaio che desiderano massimizzare i loro guadagni.



Quanto guadagna un benzinaio al mese in Italia?

Ad oggi potremmo stimare che un benzinaio che faccia questo lavoro come dipendente di una stazione di servizio, possa portarsi a casa una busta paga netta di circa 1300-1600 euro al mese. Decisamente meno rispetto a quanto qualcuno avesse avuto in mente per questo settore.

La concorrenza nel settore dei carburanti è feroce e la posizione di una stazione di servizio rispetto alle altre può influire notevolmente sui guadagni. La capacità di attirare clienti attraverso promozioni, programmi fedeltà e un servizio clienti di qualità può fare la differenza tra un benzinaio di successo e uno che lotta per sopravvivere.

Il mistero del portafoglio strapieno di banconote

Mentre alcuni possono osservare i portafogli ciccioni di alcuni gestori di stazioni di servizio con curiosità, è importante riconoscere che il successo finanziario per un benzinaio dipende da molteplici variabili e spesso, di tutte quelle banconote collezionate per comodità dei consumatori che preferiscono pagare il pieno in contanti, ne rimane veramente poco in tasca al povero benzinaio. Quindi, la prossima volta che vi chiederete: quanto guadagna un benzinaio? Ricordatevi che la risposta non è così scontata come sembra.


articoli correlati

I benefici di un servizio energetico trasparente e flessibile

NozamaLab.com

IKEA appuntamento arredatore: come funziona, tempistiche e risultato

NozamaLab.com

Migliori aziende per dividendi: Italia, Europa, Cina e USA

NozamaLab.com

Portafoglio criptovalute fisico (hardware): quale comprare (prezzi, caratteristiche, sicurezza)

NozamaLab.com

Cos’è la Cappatura?

NozamaLab.com

Quali sono i multipli di 6 da 1 a 100?

NozamaLab.com