Tecnologia

Apple sistema limitato. iPhone destinato a morire?

iphone sistema

Qualche anno fa l’esperto di tecnologia Paul Hochman ha parlato al Today Show della NBC, durante una conferenza Ford, sulla politica dell’azienda di Cupertino (California). Questa politica così chiusa, a detta di Hochman porterà Apple al fallimento a breve.

Anche se Apple è molto ricca ed è rapidamente diventata la compagnia tecnologica più valutata al mondo, grazie principalmente all’iPhone e all’iPad, è anche in pericolo di estinzione per colpa del suo sitema limitatamente chiuso.


Secondo l’esperto i sistemi chiusi non vanno avanti e non sono duraturi, ce lo insegnano sia la biologia che la storia. Una politica in cui non si permette all’utente finale del prodotto di scegliere nulla che non sia stato già deciso dall’azienda produttrice, è un sistema che proietta inevitabilmente verso l’estinzione.

Lo stesso discorso può essere applicato anche ad altri settori, come in quello automobilistico: ad esempio la General Motors ha un sistema chiuso ed è fallita. Ford, invece, adotta soluzioni più aperte e i risultati si vedono.


Attualmente in molti danno ragione a Paul Hochman affermando che la Apple, in particolare l’Iphone, sia destinata a morire.

Molte fonti certificano ciò, dicendo che i grossi produttori di telefonia mobile hanno bisogno di cooperazione da parte dei grossi network. Apple però non è mai stata brava a collaborare iniseme ad altre ditte. Se lo fosse si chiamerebbe Microsoft.

C’è anche da ricordarsi che l’iPhone è un prodotto difensivo, creato da Apple per proteggere l’iPad. Questo è  messo sotto attacco da nuovi ed agguerriti produttori, che aggiungono la possibilità  di ascoltare musica anche sui propri cellulari. Ma i prodotti difensivi non funzionano, il pubblico vuole novità e non aggiornamenti di vecchi concetti.


Un altro problema è il target, ovvero a chi è rivolto il telefono di casa Apple? Dal prezzo e dalla gestione e-mail si direbbe ad un pubblico di fascia buisness… e gli altri utenti che comprano l’Iphone giocano solo a Temple Run?

C’è poi da aggiungere che, se per esempio la Vodafone volesse essere il distributore esclusivo di Iphone,  altri produttori di telefonia, come la Nokia, cercherebbero di ostacolare e di convincere Vodafone, tramite vari incentivi, di evitare che questo accada. Ci sarebbe quindi un duro scambio di opinioni tra le società e per la Apple potrebbe essere molto difficile superare le negoziazioni.

Stano a queste fonti, quello che manca all’Iphone per evitare il fallimento è Windows Mobile. Solo il sistema operativo Microsoft, infatti, sarebbe destinato a fare da anello di congiunzione tra le diverse case produttrici di smartphone e palmari.

Voi cosa ne pensate? é possibiile che una grande azienda come la Apple possa andare in bancarotta?

Se l’articolo vi è piaciuto lasciate un commento.


articoli correlati

Facebook: arriva il contatore di minuti. Anche Apple e Google ci lavorano

NozamaLab.com

Jeff Bezos cambia direzione e punta sugli arredamenti in puro stile IKEA

Italo Sorighe

Hai competenze tech? Ecco i lavori più retribuiti

NozamaLab.com

Coronavirus: come avere aggiornamenti in tempo reale su Whatsapp

NozamaLab.com

I semplici SMS sconfiggono Telegram e Whatsapp: l’incredibile scoperta

NozamaLab.com

Nokia X7 si “internazionalizza”: ecco la versione 8.1

Veronica Mandalà

AirPower: che fine ha fatto il tappetino di ricarica wireless della mela?

Marco Giglia

Centrale solare nello spazio? La Cina accetta la sfida

Alessandro Lella

Apple Watch series 3: arriva il nuovo quadrante alla WWDC 2018

NozamaLab.com

2019: un anno critico per l’azione climatica

Alessandro Lella

Allarme BUFALA: Whatsapp torna a pagamento nel 2019

NozamaLab.com