Tecnologia

AirPods Pro: Apple raddoppia la produzione. E’ il prodotto più richiesto

AirPods apple

Apple continua a ricevere ordini per AirPods Pro, i famosi auricolari senza filo di casa Cupertino. La forte richiesta è iniziata prima del Black Friday e ad oggi che siamo ormai sotto Natale le vendite sono decollate.

Ottima mossa per Apple lanciare un prodotto così famoso ormai in un periodo dell’anno dove il consumismo la fa da padrone. E i risultati si sono visti, tanto che rispetto a degli accordi iniziali con i fornitori, L’azienda della Mela morsicata avrebbe deciso di raddoppiare la produzione appellandosi ad aziende cinesi.

Le cuffiette true wireless sono la nuova frontiera tech degli auricolari moderni e ora che tutti le vogliono, nonostante il prezzo (si parla di quasi 280 euro) l’azienda si è rivolta al fornitore Luxshare-ICT, che produce in Cina gli auricolari presentati da Apple poche settimane fa. Da circa 30 milioni di auricolare venduti, Apple arriverà a vendere 60 milioni, almeno queste le aspettative dell’azienda. Un risultato enorme. parliamo circa di 1,6 miliardi di dollari di fatturato per l’azienda solo con il primo lancio di AirPods Pro.



AirPods Pro x2 e le vendite non si fermano

Luxshare-ICT che abbiamo detto essere l’azienda diretta produttrice delle AirPods Pro, dovrà portare la produzione mensile di AirPods Pro da 1 a 2 milioni di unità, solo in questo modo gli acquirenti o aspiranti tali potranno raggiungere il loro obiettivo di accaparrarsi almeno una unità.

Attualmente si possono trovare le AirPods Pro anche in vendita su Amazon, ma la consegna non è prevista prima del 31 dicembre. Addirittura 4 settimane è invece l’attesa per chi compra le AirPods pro dal sito ufficiale di Apple. Il fornitore Goertek invece, produttore diretto del modello di AirPods precedente con sede in Vietnam, avrebbe ricevuto l’ordine di continuare la produzione appunto anche del modello precedente, in modo tale da soddisfare la domanda anche di quest’ultimo.

AirPods Pro Amazon



Apple ama lavorare con la Cina

Fornitori come Foxconn, Quanta Computer e Inventec e altri ancora in oriente, rimangono i principali produttori elettronici per le multinazionali Apple, Samsung e Huawei, questo è dovuto principalmente al costo della manodopera inferiore e all’efficienza di produzione su larga scala.


articoli correlati

Nokia 210: ritorna il telefonino con batteria a lunga durata

Gabriele Muraro

Smartphone caduto in acqua? Ecco come comportarsi

Veronica Mandalà

Xiaomi si espande: acquistate le quote della multinazionale TCL

Gabriele Muraro

Fortnite: Arriva il gioco fisico con il Pacchetto Zero Assoluto [PREZZO]

Marco Giglia

AEREO più grande al mondo: il volo – scommessa per lo spazio

NozamaLab.com

BEERWULF: i migliori spillatori di birra per la casa, offerte da non perdere

NozamaLab.com

Come fare screenshot su tutti i dispositivi: Mac, pc Windows, smartphone

NozamaLab.com

Pocophone F1 di Xiaomi riceve MIUI 10 Global Beta + Android 9 Pie

NozamaLab.com

Arriva il reddito energetico in Puglia: Pannelli fotovoltaici gratis per i più poveri

NozamaLab.com

Xiaomi Mi9 SE trovato in un Mi Store italiano: l’attesa è finita

NozamaLab.com

Nintendo, novità in arrivo? Il nuovo Switch mini

Italo Sorighe

Samsung Galaxy S10 uscirà a 1500€: ecco tutto quello che sappiamo

NozamaLab.com