Tecnologia

BOT per computer e smartphone: cosa sono e come funzionano

bot smartphone
📱Tablet con tastiera come regalo di benvenuto, prova Altroconsumo📱

Molte volte sentiamo parlare di BOT senza sapere tutta via cosa sono e come funzionano. Nel settore informatico i bot, abbreviazione del termine robot, sono software che, accedendo alla Rete e sfruttando i medesimi canali utilizzati dagli utenti, svolgono i compiti più svariati in maniera autonoma. Ciò rispecchia inevitabilmente i repentini progressi dell’intelligenza artificiale e del machine learning.


BOT per computer e smartphone: come funzionano

I BOT sono propriamente algoritmi d’intelligenza artificiale capace di analizza e comprendere il linguaggio delle persone che interagiscono con loro. Capacità da migliorare con il machine learning: difatti, i bot posso apprendere sia dagli errori che dalle interazoni con persone reali, perfezionando in tal modo le proprie capacità di analisi del linguaggio e fornire risposte esatte.

Al mondo esistono diversi tipi di BOT e nella fattispecie abbiamo:

  • Bot tecnici;
  • Chatbot;
  • Bot ‘social’;
  • Botnet.



I bot tecnici

Tipologia diffusa ma non molto conosciuta che si articola in una categoria alquanto ampia. Non mancano esempi del genere:

  • web crawler o spider: sono software impiegati dai motori di ricercare per analizzare il web, salvare siti e creare gli indici che permettono di restituire SERP adeguate alle nostre ricerche;
  • wiki bot: sono software capaci di automatizzare i siti wiki andando a controllare se i link (interni ed esterni) siano corretti e funzionanti, aggiornando automaticamente i contenuti o addirittura creando nuove pagine e nuovi voci dell’enciclopedia libera.



Il chatbot

Il chatbot è un software che, adoperando intelligenza artificiale e apprendimento automatico, simula le risposte e intrattiene vere e proprie conversazioni con l’utente. Ciò ha permesso a sviluppatori, software house e società fornitrici di servizi di realizzare dei robot “da chat” capaci di svolgere le mansioni più svariate.

Vengono impiegati da testate giornalistiche di un certo spessore, le quali aggiornano gli utenti sulle ultime novità in arrivo dal mondo. Per non parlare poi dei cosiddetti bot “metereologi”, i quali forniscono previsioni sempre aggiornate e su richiesta dell’utente. O ancora i chat bot “camerieri”, chiamati a ordinare cibo da asporto a distanza.


Negli ultimi tempi si è sviluppata un’interessante tendenza: ossia bot dediti all’assistenza del cliente, che passo dopo passno stanno rimpiazzando i centri di assistenza fisici con chatbot pronti a fornire risposte e soluzioni senza tempi di attesa.

I bot “social”

I bot ‘social’ sono onnipresenti nei social network come Facebook, Instagram o Twitter, sotto forma di profili falsi. Usati in ambito politico per accrescere la popolarità di un personaggio di spicco o addirittura gonfiare la sua campagna elettorale.

Le botnet



Sono dispositivi informatici infettati da un particolare malware che consente a un hacker di controllarli a proprio piacimento. In questo casi, i principali devices (computer, smartphone e altri dispositivi) vengono pilotati dal cyber-criminale. Oggiogiorno, le botnet possono costituire il principale pericolo per la sicurezza informatica.

 

Loading...

articoli correlati

La difesa planetaria è una priorità: questo il piano per proteggerci

Veronica Mandalà

Oppo F9 Pro: caratteristiche ufficiali e colorazioni presentate

Nozama Lab

Come fare Streaming su Twitch: guida per realizzare live video

Gabriele Muraro

iPhone 11: come stanno andando le vendite?

Nozama Lab

MWC 2020: niente partecipazione di LG. Indovinate per cosa… (ZTE ci sarà)

Nozama Lab

Recensione GALAXY Z FLIP PIEGHEVOLE SAMSUNG: a cura di A. Galeazzi

Nozama Lab