Luxury Tecnologia

I 10 miliardari TECH che si sono arricchiti più velocemente

Ci sono miliardari che sono arrivati a costruirsi un impero economico in tantissimi anni di duro lavoro e fatiche, altri più fortunati che sono riusciti ad ereditare tutto dai loro padri e altri ancora che sono riusciti ad arricchirsi in maniera rapidissima. E oggi scopriremo i 10 miliardari che ce l’hanno fatta nel più breve tempo possibile.

Come potrete vedere sono tutti uomini d’affari con una particolare cosa in comune: il mondo digitale. Ecco la top 10.


10. Jeff Bezos (miliardari)

Jeff Bezos miliardari

Il primo è Jeff Bezos, patron di Amazon. Quest’uomo è divenuto miliardario in 6 anni di attività e ad oggi è l’uomo più ricco al mondo con un patrimonio stimato in 130 miliardi di dollari. 

Jeffrey Preston Bezos, nato a Jorgensen (Albuquerque, 12 gennaio 1964), è un imprenditore statunitense, fondatore, presidente e amministratore delegato di Amazon.com, la più grande società di commercio elettronico al mondo. Inoltre è fondatore di Blue Origin, società di start up per voli spaziali, e proprietario del The Washington Post. 

Ad oggi Amazon è il più grande e-commerce al mondo ed è attivo principalmente negli Stati Uniti e in Europa, in Italia, Spagna, Inghilterra, Francia, Germania.

 

9. Mark Zuckerberg (miliardari)

Mark Zuckerberg

Il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg ha impiegato 4 anni per diventare miliardario e sicuramente lo conoscerete. Possiede i social network più famosi e utilizzati al mondo, Facebook, WhatsApp e Instagram. Sappiate che nel 2018, secondo la rivista Forbes, è il 6° uomo più ricco del mondo, con un patrimonio stimato di 66 miliardi di dollari, non male che dite? Dal 2010 la rivista Time inserisce Zuckerberg tra le 100 persone più ricche e influenti del mondo nell’annuale classifica di persona dell’anno. Il social network numero 1, Facebook, è trascritto in più di 100 lingue diverse, ma ancora più curioso vi è il fatto che il nome “Facebook” prenda spunto da un elenco con nome e fotografia degli studenti, che alcune università statunitensi distribuiscono all’inizio dell’anno accademico per aiutare gli iscritti a socializzare tra loro. Una trovata semplice che col tempo si è rivelata davvero geniale.

8. Mark Cuban (miliardari)

Mark Cuban (miliardari)

Forse non sarà conosciuto da tutti questo individuo ma sappiate che anche lui, in soli 4 anni è diventato miliardario passando dalla fondazione alla vendita miliardaria della sua creatura, Broadcast.com. Ora è il grande capo dei Dallas Mavericks, squadra NBA di basket. Per un imprenditore la cosa più difficile da gestire e controllare è il tempo e dobbiamo proprio ammettere che quest’uomo ci sa fare. 

Attualmente però broadcast.com è un servizio interrotto. Broadcast.com era una compagnia di radio Internet fondata come AudioNet nel settembre 1995 da Christopher Jaeb, Todd Wagner e il nostro miliardario Mark Cuban, i quali prima guidarono l’organizzazione e alla fine vendettero a Yahoo! il 1 aprile 1999 per $ 5,7 miliardi. Quest’ultima fu stimata come l’acquisizione più costosa di Yahoo!


7. Evan Spiegel (miliardari)

Evan Spiegel (miliardari)

Sappiate che Evan Spiegel è uno dei due fondatori di Snapchat, il quale è diventato miliardario in 3 anni di attività. Nel 2016 Snapchat era l’app più popolare al mondo tra i teenagers, ora ha diminuito considerevolmente l’utenza a causa del boom di Instagram. Il funzionamento di Snapchat era semplice, si potevano registrare quelle che oggi conosciamo su Instagram come “Storie” e si poteva anche chattare molto. Al momento non è più popolare da parecchio. Ma in quesi 3 anni Spiegel è riuscito a far decollare l’app, arrivando a divenire miliardario.

6. Bobby Murphy (miliardari)

Bobby Murphy (miliardari)

Bobby Murphy è il secondo fondatore di Snapchat che ha ottenuto l’altra metà del denaro della compagnia e l’ha ottenuta anche lui nello stesso tempo di Evan Spiegel, quindi solo 3 anni. In questo caso, abbiamo già brevemente parlato del funzionamento di SnapChat e dunque non ci sarebbe altro da aggiungere. Entramo nella top 5.


5. Sean Parker (miliardari)

Sean Parker (miliardari)

Un nome una garanzia: Sean Parker. Cosa sappiamo di lui? In 1 anno e sei mesi è diventato miliardario, grazie soprattutto a Napster, il vecchio database di mp3 che ha fatto la storia della musica online. Oggi se la passa bene grazie a Spotify, per fa parte del consiglio di amministrazione. Un’altra interessante curiosità è che Sean Parker in passato ha anche lavorato per Facebook come sviluppatore. Come vedete tutti questi miliardari usciti da università prestigiose hanno fatto la storia del digital nel mondo e sono tutti accomunati nel loro piccolo.


4. Eduardo Saverin (miliardari)

Eduardo Saverin (miliardari)

Chi si è ancora più arricchito velocemente è Eduardo Saverin, uno dei collaboratori di Zuckerberg nella nascita di Facebook. E’ divenuto miliardario in un solo anno lampo. Lui è un imprenditore brasiliano, venuto a conoscenza di Zuckerberg nel lontano 2003, anno in cui entrambi studiavano all’Università di Harvard. Ma perché vi starete chiedendo lui è divenuto miliardario ancor prima di Zuckerberg? Dopo aver assunto il ruolo di direttore finanziario della compagnia con una partecipazione del 34%, ruppe bruscamente i rapporti con Zuckerberg quando questi, come socio di maggioranza, trasferì l’attività da Boston alla California, alleandosi con Sean Parker, già cofondatore di Napster.

Ebbene, Eduardo Saverin, in un solo anno vendette il suo 34% di partecipazione in Facebook, diventando subito miliardario… incosciente del fatto, che da lì a una decina d’anni la piattaforma sarebbe esplosa drasticamente.

Inoltre con Eduardo Saverin si conclude la gara degli uomini divenuti miliardari in meno tempo, lui in un solo anno, è il primo in assoluto.


3. Pierre Omidyar (miliardari)

Pierre Omidyar (miliardari)

Quest’uomo è un informatico iraniano naturalizzato statunitense, ed è anche il fondatore di eBay e ha guadagnato la fama miliardaria in 3 anni di affari. Ebay, prima che nascesse Amazon era il sito di e-commerce più famoso al mondo, nel quale chiunque poteva mettere in vendita i propri oggetti usati, di qualsiasi tipo, comprese intere collezioni di figurine, apparentemente senza valore, ma a dei prezzi notevoli. Ebay ebbe volumi d’affari davvero esorbitanti, un po’ come adesso Amazon. Un ottimo risultato anche per lui. 

2. John e Patrick Collison (miliardari)

John e Patrick Collison (miliardari)

Altri due giovani imprenditori del digital. Loro sono i fondatori di Stripe e condividono la fortuna miliardaria. Sono diventati tali in soli 27 anni e a raggiungere il primo miliardo di profitto netto ci sono voluti pochi anni di attività. Per chi non sapesse cos’è Stripe, è bene che sappia che è il punto di riferimento per i pagamenti online. Stripe è la migliore piattaforma per gestire un’attività su internet. Ogni anno vengono gestiti miliardi di dollari per conto di aziende innovative dal mondo intero. Dunque, sappi che se hai mai acquistato online un corso formativo o qualcosa del genere da qualche azienda, con molta probabilità la transazione di acquisto sarà stata resa possibile grazie a Stripe.


1. Jerry Jang e David Filo (miliardari)

Jerry Jang e David Filo (miliardari)

Per ultimi ma non per importanza vi sono questi due individui, parecchio famosi. Ebbene, sono i tuoi soci fondatori di Yahoo, il secondo motore di ricerca più utilizzato al mondo e molto altro. Dall’anno di fondazione di Yahoo! I due ci hanno messo solo 4 anni a diventare miliardari. Cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti.

Molti giovanissimi e miliardari, il successo che sta trasformando il digital nella vera miniera d’oro sul pianeta Terra. Condividete pure le vostre riflessioni qua sotto nei commenti.

Loading...

articoli correlati

Xiaomi: lo smartphone pieghevole è realtà

Filippo Carli

SpaceX: il Falcon 9 sbaglia il rientro e atterra in mare [FOTO]

Nozama Lab

Nike autoallaccianti: nel 2019 arriva la versione economica. Scopriamola

Nozama Lab

Apex Legends: il nuovo Battle Royale gratuito firmato Respawn ed EA

Gabriele Muraro

OPPO: smartphone pieghevole sarà presentato a febbraio 2019

Marco Giglia

WhatsApp vs Telegram: chi è il migliore? Ecco le differenze

Veronica Mandalà

Leave a Comment