Tecnologia

Nuovi aggiornamenti Spotify: ecco quali

Nuovi aggiornamenti Spotify: ecco quali

Spotify ha sperimentato una serie di aggiornamenti che potrebbero migliorarne ulteriormente le performances. Da tempo, il noto servizio di streaming di contenuti musicali mira ad espandere il proprio dominio cercando di spiazzare i competitors, che ribattono con forza e colpo su colpo per primeggiare in un mercato sempre più arrembante.

Adesso andiamo a vedere da vicino gli ultimi aggiornamenti a cui sta lavorando Spotify: il primo riguarda la funzione ‘sleep timer‘, mentre il secondo concerne l’integrazione con Google Maps, e la terza annovera un’importante cambiamento nel design. Ovviamente si tratta di novità che ancora non sono state implementate pubblicamente, ma lo saranno in un futuro prossimo.


Cos’è la funzione ‘sleep timer’

Il primo aggiornamento a cui sta lavorando Spotify si chiama ‘sleep timer’, permettendo a chi ascolta musica di addormentarsi tranquillamente. Infatti, consente agli utenti d’interrompere automaticamente la riproduzione dei brani dopo un determinato lasso di tempo.

‘Sleep timer’ dovrebbe presentarsi con una grafica inedita che dà la possibilità di selezionare sei intervalli di tempo predefiniti oppure la fine del brano in esecuzione.

I sei intervalli di tempo sono:

  1. 5 minuti;
  2. 10 minuti;
  3. 15 minuti;
  4. 30 minuti;
  5. 45 minuti;
  6. 1 ora.

L’integrazione con Google Maps

Altra novità a cui sta pensando ancora una volta Spotify riguarda l’integrazione con Google Maps, per rendere più chiara e precisa la posizione in cui ci troviamo nel momento in cui ascoltiamo musica. In questo modo, si migliora e si rende più sicura la gestione della riproduzione musicale alla guida



La nuova interfaccia grafica

Un altro importante rinnovamento riguarderà l’interfaccia grafica: infatti cambieranno le icone e il font della schermata di riproduzione, mentre la sezione ‘Release Radar’ apporterà nuove informazioni che appariranno sotto i comandi rapidi con conseguenti miglioramenti del livello di accessibilità.

Cosa ne pensate esattamente?


articoli correlati

Il primo servizio taxi-robot a pagamento: vi presentiamo Waymo One

Veronica Mandalà

Aggiornamento iOS 12.1: Ecco gli iPhone esclusi

NozamaLab.com

Come trasformare note vocali in messaggi di testo su Whatsapp

Veronica Mandalà

Come visualizzare vecchie storie su Instagram con la funzione “Archivio”

Veronica Mandalà

Nuove batterie Tesla: dureranno 20 anni e saranno più economiche

NozamaLab.com

Offerte lavoro Mercedes: opportunità in tutta Italia

NozamaLab.com

Nuova funzione Google Chrome: individua i siti “fake”

Veronica Mandalà

Storia di Apple: Tutto sul brand, Origine, Caratteristiche e Critiche

Veronica Mandalà

WhatsApp vs Telegram: chi è il migliore? Ecco le differenze

Veronica Mandalà

Rete 5G: super velocità ma costi alti. Il primo operatore ad offrire il servizio?

NozamaLab.com

Apple vs Netflix: sfida mondiale

Filippo Carli

iPhone ricondizionati venduti in Italia: prezzo dei dispositivi Apple

Gabriele Muraro