Tecnologia

GameStop perde centinaia di milioni di dollari nell’ultimo trimestre. Fallirà?

GameStop perde centinaia di milioni di dollari nell'ultimo trimestre. Fallirà?

GameStop, il più grande rivenditore di videogiochi del Nord America, questa settimana ha annunciato i risultati finanziari del terzo trimestre fiscale dell’anno.

A livello globale, le vendite della catena sono aumentate del 4,8%. In particolare, le vendite di console (Xbox One X di Microsoft e PS4 di Sony) sono aumentate del 12,8% mentre quelle di software del 10,9%. Positivo anche l’andamento degli accessori (tipo cuffie,etc) che può vantare un +32,6%.

La società rivela che l’uscita di Spider-Man, Red Dead Redemption 2 e Call of Duty hanno contribuito ad aumentare le vendite del 5% su base annua, portando le entrate a 2,08 miliardi.

A questi dati fa da contraltare però il calo del 13,4% nella vendita di giochi usati, che per GameStop è un business centrale ed importante. Questo calo ha provocato un impatto forte sui conti della compagnia che ha perso circa 488,6 milioni di dollari, una cifra molto importante, dimostrando cosi di non navigare per niente in ottime acque.


“Abbiamo registrato una solida crescita nel terzo trimestre, compresa una crescita a due cifre tra software, hardware, accessori e articoli da collezione, sottolineando la posizione di leadership di GameStop nei videogiochi e la nostra capacità unica di soddisfare tutte le esigenze di intrattenimento dei nostri clienti”

Ha affermato Rob Lloyd (chief operating officer e chief financial officer.)

“Nonostante le vendite del Black Friday e del Cyber ​​Monday siano state forti, prevediamo che le vendite del quarto trimestre sbilanceranno maggiormente verso l’hardware rispetto a quanto pianificato inizialmente e, insieme alla performance sotto le aspettative di alcuni titoli, alla debolezza delle promozioni passate e recenti, risulteranno in guadagni del quarto trimestre al di sotto delle nostre aspettative”.

Ha aggiunto Lloyd.

È importante sottolineare che stiamo valutando tutti gli aspetti della nostra attività tra cui il nostro negozio e l’esperienza di utilizzo di ogni nostro canale di vendita, struttura dei costi, partnership strategiche ed economiche con partner di pubblicazione, rapporti con i clienti e i servizi che offriamo, il tutto per migliorare la nostra attività e guidare la crescita e la redditività a lungo termine. “

Voi cosa ne pensate? Game Stop continuerà a rimanere in piedi? Sicuramente sì, ma riuscirà a correggere il modello di business della rivendita di giochi usati?


articoli correlati

Google Fuchsia sarà compatibile con le app Android: Ecco come

NozamaLab.com

Amazon vs Apple AirPods: arriva il primo Wearable di Alexa

NozamaLab.com

Wifi auto: Bentley introduce un sistema veloce e sicuro

Marco Giglia

Tracciare la spedizione con Siri: l’ultima novità di iOS

Veronica Mandalà

Nokia 210: ritorna il telefonino con batteria a lunga durata

Gabriele Muraro

Sky Mobile Italia: dalla tv alla telefonia mobile. Cosa aspettarsi?

NozamaLab.com

App Immuni: a quanti milioni di downloads siamo arrivati?

NozamaLab.com

Inspiring Fifty Italia 2018: chi sono le 50 donne più influenti della tecnologia

Veronica Mandalà

Tinder: l’app di incontri ha creato un pulsante per le emergenze. Ecco di cosa si tratta

NozamaLab.com

Whatsapp: dal 2019 pubblicità nelle storie. Tutto vero

Alessandro Sieve

OnePlus 6T: arriverà nei negozi MediaWorld

Alessandro Sieve

Samsung Galaxy S10: ecco le 5 colorazioni diverse

NozamaLab.com