Tecnologia

SpaceX: pronti nuovi 7518 satelliti da lanciare nello Spazio. Ecco perchè

SpaceX: pronti nuovi 7518 satelliti da lanciare nello Spazio. Ecco perchè

Internet anche nelle aree più remote del mondo. Il miliardario e imprenditore Elon Musk si getta a capofitto nell’impresa con Space X.

La società ha infatti ottenuto l’autorizzazione a mettere in orbita 7518 satelliti dalla Federal Communications Commission americana (Fcc), che nello stesso tempo ha chiesto però di ridurre i crescenti rischi legati ai detriti spaziali,  evocando il film “Gravity” del 2013, con George Clooney e Sandra Bullock.

Space X ha già due satelliti di prova in orbita e in precedenza si era aggiudicata l’autorizzazione per altri 4425 satelliti, anche questi progettati per fornire comunicazioni a banda larga ma utilizzando orbite alte, oltre i mille chilometri dal nostro pianeta. Gli ultimi invece saranno micro satelliti di nuova generazione (alcuni lunghi solo 10 centimetri e pesanti meno di un chilo e mezzo) che, volando veloci su orbite molto più basse e collegati tra loro, consentiranno di coprire in modo capillare ogni angolo del mondo, senza limiti legati alle condizioni meteo. E con minori costi.


Secondo stime ufficiose, non confermate dall’azienda, SpaceX punterebbe a raggiungere entro il 2025 un fatturato da canoni di connessione a banda larga di 30 miliardi di dollari. Con la sua flotta di quasi 12 mila satelliti, Musk potrebbe diventare lo zar dell’etere, dato che attualmente intorno alla Terra orbitano meno di 2000 satelliti attivi.

Una nuova sfida, che si aggiunge a quella delle auto elettriche senza pilota, alle autostrade sotterranee veloci, alle batterie di nuova generazione, alle navicelle spaziali di Space X e ai piani per sbarcare su Marte. Quanto al pericolo dei detriti spaziali, Musk ha presentato un piano per far rientrare nell’atmosfera tutti i satelliti un anno dopo la fine della loro vita operativa.

 

“Sono entusiasta di vedere ciò che questi servizi potrebbero promettere e ciò che queste costellazioni di satelliti hanno da offrire

Cosi ha detto il presidente della Fcc Ajit Pai durante l’incontro in cui sono state approvate le reti satellitari.

Il nostro approccio a queste applicazioni riflette quello che questa commissione ritiene fondamentale per incoraggiare il settore privato a investire e innovare e, inoltre, consentire alle forze di mercato di fornire valore ai consumatori americani”.



E voi cosa ne pensate? CI riuscirà Elon Musk grazie a Space X in questa incredibile impresa?



articoli correlati

iPhone Apple: ecco il probabile aspetto dei prossimi modelli in uscita

NozamaLab.com

Come collegare tastiera e mouse alla PS4

Filippo Carli

Lenovo Miix 630 debutta in Italia: il nuovo tablet in versione “smartphone”

Veronica Mandalà

Offerte Giga Iliad: cosa succede quando finiscono? Ecco la risposta

Veronica Mandalà

Ciao Darwin? Evolution news contesta la nota teoria

Italo Sorighe

“Cerotto smart”: l’auricolare del futuro! Voci e suoni si sentiranno sulla pelle

NozamaLab.com

Tesla: verrà aperta una fabbrica in Europa. Nel 2021 sarà operativa

NozamaLab.com

WhatsApp Pay: nuovo metodo di pagamento in arrivo

NozamaLab.com

Oppo R17 Pro: tripla fotocamera, foto 3D e micro notch [video]

NozamaLab.com

Regali per smartphone: 5 app di Android Market gratis per oggi

Filippo Carli

Polo Ralph Lauren lancia i giacconi hi-tech che si ricaricano con USB

Veronica Mandalà

Xiomi Mi8: Boom di vendite! Acquistati più di 50000 smartphone al giorno

Marco Giglia