Xiaomi lancia il marchio “POCO”: Pocophone F1 caratteristiche in anteprima
Tecnologia

Xiaomi lancia il marchio “POCO”: Pocophone F1 caratteristiche in anteprima

Xiaomi Pocophone F1 caratteristiche

Le ultime indiscrezioni rivelerebbero la nascita di un sottomarchio di Xiaomi chiamato “POCO”. Con quest’ultimo l’obiettivo è di lanciarsi bene in India per espandere il business. Scopriamo meglio di cosa si tratta.

Un giorno dopo aver lanciato il Mi A2 Android One-backed in India, Xiaomi sembrerebbe aver presentato il suo sottomarchio chiamato Poco. 


Il responsabile dei prodotti principali di Xiaomi India, Jai Mani, sarà il principale attore del nuovo marchio “POCO”. 

Recentemente quest’ultimo personaggio avrebbe anche tweettato a proposito dell’iniziativa:

“Oggi è un giorno speciale, sono entusiasta di iniziare a condividere ancor di più il nuovo progetto a cui sto lavorando. Auguratemi buona fortuna!”

Online è stato anche apparentemente presentato quello che sarà il nuovo logo del nuovo sottomarchio.


A quanto pare i nuovi prodotti di “POCO” saranno principalmente disponibili in India, ma l’obiettivo è quello di estenderli globalmente, o almeno così è emerso dalle ultime indiscrezioni dai piani alti dell’azienda. Dunque ci sarà speranza anche per noi di ottenere qualche interessante innovazione a poco prezzo.

Pocophone F1 xiaomi marchio POCO

Xiaomi lancia il primo prodotti “POCO”

Recenti news rivelano i primi prodotti che usciranno con il sottomarchio. Si parla di Pocophone F1, uno smartphone che farà quasi sicuramente il suo ingresso anche negli Stati Uniti. Proprio come Huawei ha lasciato un segno negli Stati Uniti con il suo marchio Honor, solo online, Xiaomi sta cercando di fare qualcosa di simile entrando negli Stati Uniti con un nuovo marchio. Questo marchio, noto anche come Pocophone, è stato recentemente confermato attraverso diverse azioni da parte di Xiaomi.

Lo smartphone dovrebbe avere cornici sottili e doppie fotocamere posteriori, ma ancora è presto per confermarlo. Almeno le prime foto online rivelerebbero ciò.

Il passato ci ricorda che è stato difficile per i marchi cinesi entrare negli Stati Uniti. La guerra commerciale in corso tra i due paesi ha solo peggiorato le cose. Huawei non è stata in grado di entrare nel mercato a causa di problemi di sicurezza sollevati dal governo degli Stati Uniti, motivo per cui è stata costretta a vendere i suoi dispositivi sbloccandoli tramite canali online.


I telefoni Honor, grazie alle caratteristiche premium e ai prezzi aggressivi hanno portato a casa ottimi risultati. 

Anche per Xiaomi sarà così? Avrà la fortuna che merita negli Stati Uniti?

Pocophone F1 caratteristiche

Il Pocophone F1, che si dice sia il primo telefono di Poco, apparirà con un display 1080p + da 6,18 pollici con un rapporto inusuale di 18,7: 9 che suggerisce di arrivare con una tacca in avanti come i telefoni Mi 8.


Il telefono, inoltre, sarà alimentato da un processore Qualcomm Snapdragon 845 con almeno 6 GB di RAM e almeno 64 GB di spazio, sebbene in precedenza sia stata aggiunta una versione da 8 GB di RAM e da 128 GB. Insomma, se saranno confermati ufficialmente, quest’ultime caratteristiche sono di estrema rilevanza.

Si dice che il Pocophone F1 abbia fotocamere posteriori doppie costituite da una configurazione 12MP + 5MP. Si dice che il sensore da 12MP abbia un’apertura f / 1,75 e che ci sia anche l’autofocus Dual Pixel. Sulla parte frontale, si dice che sia dotato di una fotocamera Super Pixel da 20 MP, che è l’equivalente di Pixel binning di Xiaomi. Insomma, ottime caratteristiche, mancherebbe solo capire a che prezzo si abbia intenzioni di venderlo.


Si dice inoltre che il Pocophone F1 sia supportato da una batteria da 4.000 mAh con supporto per Qualcomm Quick Charge 3.0. E vogliamo parlare dell’eventuale supporto dual-SIM e confezione USB Type-C per la ricarica e la sincronizzazione dei dati? Tutto molto interessante. Scopriremo a breve gli sviluppi.

Loading...

articoli correlati

I 10 miliardari TECH che si sono arricchiti più velocemente

Nozama Lab

Samsung investe sulla tecnologia in auto: 22 miliardi $ per guida autonoma

Nozama Lab

Apple vs Netflix: sfida mondiale

Filippo Carli

iPad Pro 2018: Cosa sappiamo? USB-C, Face ID e cornici sottili

Nozama Lab

Nuovi Modem Huawei 5G: Tipologie, Caratteristiche e Dati

Veronica Mandalà

Lego 2019: i modelli da comprare assolutamente se sei un appassionato

Nozama Lab

Leave a Comment