internet Lavoro

Come creare un blog su WordPress

Come creare un blog su WordPress

TestDebiti

Aprire un blog è una scelta che sono in molti a compiere. Sono vari i motivi che portano alla decisione di creare un sito. Nel settore aziendale un blog può essere utile da integrare in un portale che include anche un e-commerce, per promuovere offerte e per approfondire alcune tematiche. Una delle piattaforme più usate per la creazione e la gestione di un blog è WordPress.

Gli step per creare un sito WordPress

Bisogna ricordare che un sito WordPress deve essere anche ottimizzato, per riuscire a posizionarsi meglio nei motori di ricerca. A questo proposito conta molto la disposizione dei link, sia quelli interni che quelli in entrata. I link in entrata, meglio conosciuti come backlink, sono collegamenti solitamente ricevuti dai siti quando i contenuti vengono ritenuti interessanti e di alta qualità. Questo aspetto assume una rilevanza centrale in tutte le attività di posizionamento sui motori di ricerca ponendosi alle basi della link building, disciplina tramite la quale si lavora fuori dal sito per migliorarne le performance su Google.

A riguardo Roberto Serra, consulente SEO esperto di posizionamento dei motori di ricerca, nel suo blog ha recentemente pubblicato una guida nella quale spiega come scegliere un anchor text. L’obiettivo in questo caso è proprio quello di aumentare il traffico nel proprio sito attraverso azioni di Link Building. Questo articolo risulta un buon approfondimento utile per comprendere meglio le dinamiche alla base di questa disciplina.

Bisogna trovare innanzitutto un nome per il dominio, acquistare poi uno spazio hosting e installare WordPress. Per costruire un sito con WordPress bisogna poi procedere a procurarsi alcuni plugin che possono essere indispensabili per costruire il sito. A questo punto si inizia a creare le pagine e i post sul sito.

L’importanza di scegliere WordPress

Quando si decide di mettere online un sito si possono scegliere diverse piattaforme. Tutte si chiamano CMS, ovvero sistemi di gestione dei contenuti. È molto importante scegliere il CMS più adeguato, perché, anche se non si conosce il codice specifico, si possono comunque gestire, programmare e pubblicare i contenuti in maniera molto facile.

Da questo punto di vista WordPress è davvero l’ideale, perché ha un’interfaccia molto intuitiva, che consente a tutti, anche senza conoscenze particolari, di creare pagine e documenti, per poi pubblicarli sul web.

WordPress è usato dalla maggior parte dei siti web, perché si dimostra uno strumento molto flessibile e versatile. WordPress è, infatti, open source, è un software gratuito, si dimostra come un CMS veloce, ottimizzato e sicuro ed è SEO ready, per rendere più facile la promozione.

Utilizzando WordPress si può contare su una comunità molto ampia di sviluppatori e su plugin di ottima qualità.

Il nome per il sito e il dominio

Come abbiamo già specificato precedentemente, un primo passo essenziale consiste nel trovare un nome per il sito e nell’acquistare un dominio. In questo senso si ha la massima libertà, perché si può scegliere qualsiasi nome si decida e quale sembra più accattivante.

Però bisogna tenere conto del fatto che occorrerebbe essere particolarmente originali, anche perché esistono quasi due miliardi di siti web online e quindi tutto ciò può risultare anche abbastanza impegnativo.

Un buon dominio dovrebbe essere costituito da un marchio, dovrebbe essere facile da memorizzare, breve e quindi memorizzabile ancora più facilmente. Sono queste le caratteristiche del nome di un sito web, oltre al fatto che dovrebbe essere anche facile da scrivere e quindi anche difficile da confondere.

Per essere anche SEO friendly dovrebbe comprendere inoltre le parole chiave legate alla nicchia di riferimento. Si procede poi all’acquisto di uno spazio hosting e del dominio associato e si può procedere quindi poi ad installare WordPress.



articoli correlati

Migliore offerta wifi casa: abbonamento Internet illimitato in sconto (Vodafone)

NozamaLab.com

Le migliori aziende in cui lavorare in Italia: Classifica top 10

NozamaLab.com

DAZN GRATIS: trucco per vedere la serie A e gli altri sport senza abbonamento

NozamaLab.com

Crescono gli stipendi per i neo-laureati. Ma non i posti di lavoro

NozamaLab.com

Nel 2035 i contabili non esisteranno più: i robot amministrativi li sostituiranno

NozamaLab.com

Come è cambiata la socializzazione tra i giovani

NozamaLab.com

StreamingCommunity Nuovo Indirizzo: sempre aggiornato. Chiuso? Quello che devi sapere

NozamaLab.com

Trovare lavoro all’ESTERO: come fare partendo dall’Italia? Strategie efficaci

NozamaLab.com

ICT: Stipendi altissimi e assunzioni immediate. Quali competenze servono

NozamaLab.com

Allianz Italia: le figure professionali ricercate a Milano

NozamaLab.com

Canali Veezie lista sempre aggiornata (NOVEMBRE 2022)

NozamaLab.com

Hai competenze tech? Ecco i lavori più retribuiti

NozamaLab.com