Economia Tecnologia

Netflix e Youtube hanno abbassato la qualità dei video: Ecco il MOTIVO

qualità video netflix youtube

TestDebiti

Da qualche giorno di quarantena a questa parte non si parla d’altro. Perché Netflix e YouTube hanno abbassato la qualità dei loro video repentinamente? Cosa c’è dietro a questa notizia, ma soprattutto è vera? L’avete notato? Scopriamolo subito.

I giorni di quarantena hanno permesso a milioni di italiani di approdare sulle piattaforme in questione per passare in serenità qualche ora al giorno. Sarebbe stata la stessa Unione Europea a chiedere alle due top aziende dell’intrattenimento in streaming di ridurre la qualità dei loro contenuti. Ma perché?

Il lungo periodo di quarantena che ancora ci aspetta potrebbe danneggiare la banda di rete, facendo collassare l’intera infrastruttura mobile e fissa. Ecco spiegato il motivo. E’ qualcosa di serio che deve essere anch’esso combattuto con un abbassamento repentino della qualità e così è stato fatto.

Attenzione, l’abbassamento della qualità non ha coinvolto solo l’Italia, ma è arrivato in tutta Europa.


Le mosse di Netflix e Youtube

Reed Hastings, CEO di Netflix, Sundar Pichai, Ceo di Alphabet (Google) e Susan Wojcicki, Ceo di YouTube, si sono uniti in questo periodo e hanno deciso di muovere a tal proposito per cercare di non danneggiare la banda di rete globale. Ecco la decisione finale:

“La velocità di trasmissione dei pacchetti di dati sarà ridotto per 30 giorni, questo al fine di limitare del 25% l’impatto del traffico del sito di film e serie tv sulla rete europea, garantendo comunque un buon servizio per i clienti”. Basta 4K e al via il 480p, come standard. Cosa ne pensate di questa azione? Avete notato questa differenza?



articoli correlati

Lenovo presenta un nuovo dispositivo pieghevole: ecco il brevetto

Gabriele Muraro

Amazon 4 star Milano: un sogno che diventa realtà. 1° negozio fisico Amazon

Fabio Lo Verde

Come comprare Ethereum su Binance: (ETH) tutti i passaggi

NozamaLab.com

Xiaomi Mi 8 SE con modalità Super Night Scene

Fabio Lo Verde

Google Smartphone Pieghevole: ecco il brevetto

Veronica Mandalà

Geolocalizzazione per Facebook Android: novità in arrivo

Filippo Carli

Come andrà la pandemia, quando finirà? Le previsioni dell’Intelligenza Artificiale

NozamaLab.com

Samsung Galaxy S10: start dei pre-order dal 21 Febbraio. I dettagli

Italo Sorighe

Creare una raccolta fondi su Facebook: la guida completa

Veronica Mandalà

Mi AirDots vs AirPods Apple: Xiaomi sforna la variante economica

NozamaLab.com

Smartphone Xiaomi pieghevole: il dispositivo che diventa tablet

Veronica Mandalà

Il primo servizio taxi-robot a pagamento: vi presentiamo Waymo One

Veronica Mandalà