iPhone SE 2 di Apple: Caratteristiche e Colore (VIDEO)
Tecnologia

iPhone SE 2 di Apple: Caratteristiche e Colore (VIDEO)

iPhone SE 2

iPhone SE è nel cuore degli utenti per la capacità di coniugare perfettamente ottime performances e un display ‘mignon’. Per questo motivo potrebbe avere un erede: si tratta di iPhone SE 2, dal notch frontale, stile iPhone X, vetro sul posteriore e forme squadrate.


Naturalmente gli utenti si aspettano per quest’anno la produzione del dispositivo, mostrato magistralmente nell’ultimissimo video concept. Per il futuro iPhone SE 2 potrebbe dotarsi di un display edge-to-edge con la simbolica tacca e una parte posteriore completamente in vetro per il supporto alla ricarica wireless Qi, con una fotocamera con singolo sensore. Il display da 4.7 pollici dovrebbe essere caratterizzato dalla presenza dei sensori per il Face ID che garantirebbero la possibilità di eliminare il tasto centrale ed il Touch ID.


Nel render poi, l’iPhone viene presentato in diversi colori, tra cui oro, rosso, argento e blu. Colori che richiamano l’iPhone XR.

Il video

Apple brevetta riconoscimento facciale per l’auto

Apple non lavora esclusivamente sul fronte dei dispositivi mobile, computer tablet. Proprio così, l’azienda di Cupertino sta pensando di applicare lo strumento del riconoscimento facciale all’auto mediante impronte digitali, riconoscimento facciale o dell’iride.


Lo rivela un brevetto depositato da Cupertino nel 2017 e pubblicato da poco, il quale s’intitola System and Method for Vehicle Authorization (cioè Sistema e metodo per l’autorizzazione del veicolo) e trasforma in chiavi lo smartphone e i propri tratti somatici.

Come funzionerebbe? In parole povere, basterà portare il dispositivo con sé e verificare la propria identità tramite il suo display, dopodiché l’auto dialogherà con il telefono, accerterà l’identità dell’utente e lo riconoscerà. Si tratterebbe senza dubbio di un duplice vantaggio in termini di sicurezza e di comodità, dal momento che la vettura riconoscerebbe chi sta per salire a bordo e disporrebbe l’abitacolo con le impostazioni personali: posizione dei sedili, stazioni radio o brani preferiti, angolo degli specchietti retrovisori.



Nel brevetto si sottolineano tuttavia delle lacune. “Ci sono portachiavi che possono fornire accesso senza chiave e da remoto, aprendo gli sportelli o avviando il motore. Tuttavia, la maggior parte dei telecomandi convenzionali o dei sistemi di accesso senza chiave offrono un livello di sicurezza basso”. Il problema principale sarebbe legato al fatto che “il veicolo non è in grado di identificare la persona che trasporta la chiave o il portachiavi, quindi chiunque ne sia in possesso può azionare il veicolo”.

Loading...

articoli correlati

Apple di nuovo in giudizio: il colosso americano accusa Xiaomi

Italo Sorighe

Samsung W2019: il nuovo smartphone a conchiglia da 2400 euro

Marco Giglia

Whatsapp, Novità: Linked Account, modalità silenziosa e vacanza. Cosa sono?

Nozama Lab

Inspiring Fifty Italia 2018: chi sono le 50 donne più influenti della tecnologia

Veronica Mandalà

Le migliori offerte di smartphone (gennaio 2019)

Nozama Lab

Google+ chiude per sempre: ecco il motivo

Veronica Mandalà

Leave a Comment