Bike sharing Uber: nuovo servizio “JUMP”, arriverà in Europa presto
Tecnologia

Bike sharing Uber: nuovo servizio “JUMP”, arriverà in Europa presto

Bike sharing Uber 3

I vertici di Uber hanno recentemente comunicato la volontà di approdare in Europa con il nuovo servizio di bike sharing Uber. Ecco quando, come e perché?

Il nuovo servizio di bike sharing Uber dovrebbe arrivare in Europa entro fine estate, approdando nella prima città, Berlino. Un passo davvero importante per Uber che gli permetterebbe di riconquistare posizioni sul mercato europeo, dopo le continue lotte e proteste ricevute per il servizio di  automobili con autisti, piuttosto concorrenziale con  gli autisti di taxi locali.


L’obiettivo primario è far conoscere “JUMP”, una bicicletta condivisibile da milioni di utenti e con la particolarità di essere elettrica. Anche quest’ultimo progetto rientra nell’ambito di offrire svariate opzioni di mobilità urbana nei prossimi anni, e quindi supportando quella che sarà la mobilità del futuro.

Bike sharing Uber 1

Il modello di JUMP è simile a quello di altri sistemi per il bike sharing: le biciclette possono essere sostanzialmente prese a noleggio grazie a un’applicazione sul proprio smartphone e lasciate in qualsiasi punto della città, nulla di più rispetto alla concorrenza, a parte il fatto di essere elettriche, fattore differenziante. 


Berlino nell’ultimo anno è stata invasa da numerosi servizi di questo tipo, come anche molte altre città europee, ma soprattutto italiane, a Milano, al momento esistono già 3 tipi di servizi molto simili. Con migliaia di biciclette in circolazione, l’amministrazione locale di Berlino sarà costretta a rivedere le regole di questo mercato in continua espansione.

Bike sharing Uber e la concorrenza?

Bike sharing Uber 2

Pensiamo sia interessante dedicare un paragrafo a quella che è la concorrenza di Uber per quanto riguarda questo servizio. Sì, l’idea di biciclette elettriche ancora non l’aveva commercializzata nessuno in Europa a quanto ci risulta, è anche vero però che moltissime grandi città del continente hanno già un servizio di bike sharing locale e altri servizi di aziende cinesi come “MoBike” e “Ofo”. Dunque Uber riuscirà a ottenere successo in un mercato già avviato con concorrenti che al momento detengono il monopolio? Si vedrà.


Resta il fatto che ci si aspetta molto dalla tecnologia di Uber, col tempo e con la sua espansione in Europa e Italia di bike sharing Uber, vedremo se avrà soddisfatto le aspettative dei propri clienti.

Loading...

articoli correlati

Sony lancia l’ultima versione di Xperia XZ4 (VIDEO)

Veronica Mandalà

La rete 5G: Tutto quello che devi sapere sulla nuova tecnologia che userai

Veronica Mandalà

Sony annuncia PS5? il tema natalizio per PlayStation 4 è sospetto

Nozama Lab

Apple Watch 4 vs Samsung Galaxy Watch: qual è il migliore?

Nozama Lab

Quadro Oxygen: scooter elettrico a 2 ruote a prezzo imbattibile con l’ECOBONUS

Nozama Lab

Galaxy S10: Samsung presenta la fotocamera da 48 megapixel. Ecco perchè

Nozama Lab

Leave a Comment