Tecnologia

Whatsapp: pugno duro contro account malevoli

whatsapp

Nessuno, tra gli addetti ai lavori, ha negato questa cosa: Whatsapp banna dai suoi server circa due milioni di persone al mese. Numeri spropositati, ma che dimostrano come il colosso della messaggistica sia attento alla legalità e alla legittimità di utilizzo della sua piattaforma.


Gli sviluppatori si stanno impegnando nella realizzazione di un software ad apprendimento automatico che, stando alle parole di Matt Jones (ingegnere software), si avvale dei precedenti report e delle segnalazioni in modo da contrastare al meglio gli illeciti. Finora, il livello di sofisticazione di questo strumento è tale da permettere il ban immediato di almeno il 20% degli account sospetti fin dal momento della registrazione. Rimane comunque possibile segnalare un account per attività illecite e/o sospette, a cui farà seguito un’attenta analisi e, in caso di riscontri positivi, l’eliminazione.


Le motivazioni che possono portare al ban di un account includono:

  • Spamming
  • Creazioni di account multipli, ritenuto sospetto per il rischio di invio di contenuti nocivi
  • Utilizzo di software per la connessione di multipli account da un singolo dispositivo
  • Fruizione di apparecchiature per l’utilizzo di decine di SIM contemporaneamente sul singolo dispositivo

Riportiamo di seguito le parole con cui la dichiarazione ufficiale di Whatsapp descrive l’intera operazione:


Come per ogni piattaforma di comunicazione, a volte le persone cercano di approfittare del nostro servizio. Qualcuno potrebbe voler distribuire link click-bait progettati per acquisire informazioni personali, mentre altri vogliono promuovere una determinata attività. Indipendentemente dall’intento, l’utilizzo di una messaggistica di massa viola i nostri termini di servizio e una delle nostre priorità è prevenire e fermare questo tipo di abuso”.

WhatsApp rimuove gli account che non rispettano le regole

Con questa audace mossa, Whatsapp dimostra di essere sempre più attento alla sicurezza dei suoi utenti, come già ha avuto modo di dimostrare con l’introduzione dello sblocco account tramite Touch ID o Face ID.

 

Loading...

articoli correlati

Bitdefender Internet Security 2019: La miglior sicurezza informatica aI mondo

Nozama Lab

Xiaomi presenta la versione 5G del suo Mi MIX 3: Eccolo qui

Gabriele Muraro

Offerte Huawei giugno 2019: i migliori gadget TECH del mese

Nozama Lab

Samsung Galaxy Tab A 10.5 debutterà nel 2019. Ecco dove

Veronica Mandalà

Come realizzare un FOTOLIBRO con una semplice APP

Nozama Lab

Netflix 2020: la piattaforma avrà la pubblicità per aumentare il fatturato?

Nozama Lab

Leave a Comment