Tecnologia

Taxi robot in strada dal 2019: la proposta di General Motors

Taxi robot in strada dal 2019: la proposta di General Motors

Il servizio di taxi robot in condivisione con veicoli autonomi targati General Motors debutterà nel 2019 negli Stati Uniti: lo ha detto la Chief executive officer del gruppo americano Mary Barra intervistata dal New York Times nel corso della conferenza DealBook a New York. “Siamo nei tempi”, ha dichiarato la numero uno del colosso dell’auto di Detroit.

Mary Barra ha aggiunto che le strade ripide e tortuose della città potrebbero inizialmente essere escluse dall’area in cui opereranno i taxi robot, ma questo non è un dato scontato: GM crede nell’affrontare prima i problemi più difficili, ha detto Barra.

Una volta che sarai in grado di dimostrare che puoi avere veicoli autonomi che operano in modo sicuro in una città come San Francisco

Barra non ha svelato se il servizio di ride sharing sarà inaugurato a San Francisco, dove Gm tramite la divisione Cruise sta già effettuando i test. La manager americana ha chiarito che i robotaxi saranno attivi su strade pubbliche ma in zone circoscritte, almeno all’inizio, e non supereranno le 30 miglia orarie (circa 48 chilometri all’ora).

Le auto driverless (taxi robot) di Gm usano una serie di sensori, tra cui radar, telecamere e lidar, per rilevare e riconoscere gli oggetti dell’ambiente circostante.

“Abbiamo lavorato molto sulla sicurezza e dimostreremo che i nostri veicoli sono più sicuri delle auto con conducente”

Ha affermato Barra.


La Ceo replica indirettamente a un articolo pubblicato da Reuters che, sulla base di fonti confidenziali interne all’azienda, ha sostenuto che General Motors non sarebbe pronta al lancio commerciale dei veicoli autonomi a causa di difficoltà tecniche.

La Barra lancia indirettamente un messaggio anche a Waymo, la società della guida autonoma di Google che ha già un servizio sperimentale di robo taxi nella città di Phoenix (Arizona) e che nei giorni scorsi si è aggiudicata prima tra tutte le società del driverless l’autorizzazione del Department of Motor Vehicles californiano a testare i suoi veicoli autonomi su strade pubbliche senza alcun pilota di emergenza.

E voi cosa ne pensate dei taxi robot? Pro o contro?

articoli correlati

Smartphone caduto in acqua? Ecco come comportarsi

Veronica Mandalà

Samsung: nuovo top di gamma economico nell’aria

Filippo Carli

Wifi auto: Bentley introduce un sistema veloce e sicuro

Marco Giglia

Fattura Elettronica 2019: Caratteristiche e Passaggi fondamentali

Veronica Mandalà

OnePlus e McLaren: collaborazione all’insegna della velocità

Marco Giglia

AEREO più grande al mondo: il volo – scommessa per lo spazio

NozamaLab.com

Fortnite: il videogioco che non passerà mai di moda. Ecco il motivo

Gabriele Muraro

iPhone pieghevole: ecco i primi render ufficiali

Gabriele Muraro

Apple: le nuove custodie trasparenti. Ecco come sono

NozamaLab.com

Storia di Apple: Tutto sul brand, Origine, Caratteristiche e Critiche

Veronica Mandalà

Stati Uniti vs Huawei: è scontro aperto. Ecco perché

Veronica Mandalà

Da Iliad a Tim: offerte, GIGA, costi, differenze tra gli operatori. Conviene?

NozamaLab.com